IL COMANDANTE DELLE UNITA’ CARABINIERI FORESTALI IN VISITA AL GRUPPO DI BRINDISI

IL GEN.C.A. (CC) ANTONIO PIETRO MARZO A BRINDISI.I CARABINIERI “VERDI” A GARANZIA DELLA LEGALITA’ AMBIENTALE

Nella mattinata odierna il Comandante delle Unità Forestali, Ambientali ed Agroalimentari dei Carabinieri, Generale di Corpo d’ Armata Antonio Pietro Marzo, proveniente da Roma, ha fatto visita al Gruppo Carabinieri Forestale di Brindisi, nel quartiere Sant’Elia, dove ha ricevuto gli onori di casa dal Col. Ruggiero Capone.

Il Gen. Marzo ha potuto constatare, dati alla mano, la presenza assidua e costante in un territorio, quello della provincia messapica, che pur essendo povero di boschi, presenta delle eccellenze ambientali riconosciute a livello internazionale: basti pensare a Torre Guaceto, ma anche alle Dune Costiere con gli ulivi secolari, alle Saline di Punta della Contessa, alla Murgia dei Trulli.

Proprio queste particolarità fanno sì che vasti comprensori siano tutelati per il paesaggio, ai sensi del Piano Regionale e del “Codice Urbani” del 2004; i Carabinieri Forestali sono quotidianamente impegnati nella vigilanza, e le violazioni al vincolo paesaggistico, rivenienti soprattutto da attività edilizia turistico-residenziale, rappresentano circa il 25% dei reati accertati (27 nel solo primo semestre 2021). 

Il 5% soltanto è rappresentato da incendi boschivi (per lo più colposi, ma per gli incendi fra Ostuni e Cisternino del 1° e 4 luglio scorsi le indagini sono indirizzate all’ ipotesi dolosa) e bracconaggio, mentre ben il 70% dei reati afferisce alla gestione illecita dei rifiuti (44 reati e 29 illeciti amministrativi accertati, all’ esito di circa 400 controlli dal 1° gennaio 2021). I Carabinieri Forestali in provincia di Brindisi sono quotidianamente “in trincea” contro il “rifiuto selvaggio”, e hanno portato a termine diverse operazioni che hanno consentito di scardinare consolidate attività organizzate dedite al trasporto e smaltimento illecito, con risvolti assai pesanti per l’ integrità dell’ ambiente.

Dopo aver assistito ad un sintetico “briefing” sull’ operatività ed i principali risultati conseguiti dai Carabinieri Forestali sul territorio, il Generale Marzo ha incontrato, oltre ai Militari del Gruppo, i Comandanti delle 3 Stazioni di Brindisi, Ceglie Messapica ed Ostuni, complimentandosi per la professionalità dimostrata nell’ impegno quotidiano, il quale si traduce in un riferimento costante per i cittadini, la cui fiducia è da sempre un grande punto di onore per l’ Arma.

Tale fiducia viene costruita anche con la massima apertura alle giovani generazioni, attraverso continui programmi divulgativi e formativi per la legalità ambientale, in collaborazione con gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, a Brindisi come nei centri della provincia.

Al termine della visita il Comandante delle Unità Forestali dei Carabinieri ha potuto osservare la mostra permanente di recente allestita, ed inaugurata il 26 aprile scorso dal Prefetto dott.ssa Carolina Bellantoni, di cartoline ed oggetti commemorativi di cerimonie, iniziative didattiche e promozionali, a partire dal 1976, anno di istituzione del Comando provinciale Forestale a Brindisi (nella sede storica dell’ ex Collegio Navale “Niccolò Tommaseo”), fino ai giorni nostri. 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.