Finale Europei di calcio, la Prefettura scrive ai sindaci: Niente assembramenti per la partita

Più controlli delle forze dell’ordine, niente maxischermi nelle piazze. Ai primi cittadini la raccomandazione di garantire il rispetto di tutte le norme anti diffusione del Covid

Evitare ogni forma di assembramento e garantire il rispetto di tutte le norme di contenimento di diffusione del virus.  Niente maxischermi nelle piazze e più controlli da parte delle forze dell’ordine, perché non bisogna abbassare la guardia: l’emergenza persiste e le varianti sono pericolose. 

Lo dice la Prefettura di Bari a proposito della finale Inghilterra –Italia di domenica 11 luglio. In una nota ai sindaci del territorio si raccomanda a i primi cittadini di adottare tutte le misure per garantire il rispetto delle norme anti contagio. «In particolare – scrive la Prefettura – occorrerà evitare che si determinino situazioni che possano favorire il formarsi di assembramenti sia durante sia al termine della partita come, per esempio, l’installazione dei maxischermi in spazi pubblico o aperti al pubblico che fungerebbero da richiamo per i tifosi con evidenti difficoltà ad assicurare il contingentamento e il distanziamento». 

Anche gli esercenti «qualora intendessero consentire la visione dell’incontro di calcio durante l’attività di somministrazione dovranno essere attenti a non superare il numero massimo di clienti in ragione della dimensione della struttura e assicurarsi che l’evento sportivo non sia visibile dagli spazi pubblici limitrofi all’esercizio commerciale». 

La Prefettura, inoltre, assicura che saranno intensificati i servizi di controllo da parte delle forze di polizie, in accordo con la polizia locale, nei luoghi maggiormente interessati da un particolare afflusso di persone.  

«Raccomando a tutti il rispetto nelle norme così come evidenziato dalla prefettura – dice il sindaco Francesco Zaccaria –. Comprendo la voglia di riunirsi e stare insieme per condividere un momento di festa come quello della finale di un Europeo, ma è necessario mantenere alta l’attenzione sul rispetto delle regole per evitare rischi che potrebbero compromettere i giorni futuri e farci fare passi indietro rispetto ai ritrovati spazi di normalità che finalmente abbiamo riconquistato. Ricordo che la Puglia è zona bianca quindi non è necessario usare la mascherina all’aperto, ma l’obbligo di indossarla rimane in tutte le situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento fisico o si creino assembramenti e affollamenti.  Raccomando insomma alla prudenza affinché un momento che ci auguriamo essere di grande gioia per tutti noi non si trasformi in una situazione di pericolo per la nostra salute».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.