Antonucci FI – il Sindaco di Lecce accredita la sua città con i simboli della cultura di Brindisi. Rossi scherza sull’argomento

Appare da un post di FB una nota del Sindaco di Lecce con la quale annuncia della rimozione dell’impalcatura dalla colonna romana in piazza s.Oronzo dichiarando, al contempo, che ‘entro pochi giorni uni dei simboli della città tornerà ad essere visibile…’. , e nei commenti si trova quello goliardico di Rossi che afferma ‘Carlo, passo a prenderla più tardi’.


Proviamo non poco imbarazzo, e per la verità anche sdegno, per le esternazioni di entrambi i sindaci. Salvemini non conosce, evidentemente la cultura leccese scambiando un simbolo strettamente legato alla cultura di Brindisi, la colonna romana appunto, ritenendola appartenente a quella della sua città, mentre Rossi rimane ancorato, probabilmente, alla cultura tranese.
Ad ogni buon conto, cogliamo l’occasione per rinnovare l’invito che il compianto Mennitti fece all’allora sindaco di Lecce Perrone, invitandolo a restituire la colonna alla città di brindisi proprio perché ad essa appartenente.
Un altro ultimo invito ai Sindaci: a Salvemini di studiare meglio la storia di Lecce e a Rossi di evitare sbeffeggiamenti alla città di Brindisi.


Livia Antonucci coordinatrice cittadina FI Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.