BRINDISI.FIALS: VITTORIA SUL PAGAMENTO FESTIVI INFRASETTIMANALI CON 5 ANNI DI ARRETRATO E RISARCIENTO MEDIO DI OLTRE 2 MILA EURO

Ai dipendenti della ASL di Brindisi impegnati nei festivi infrasettimanali spetta lo straordinario

Il giudice del lavoro di Brindisi, grazie al ricorso presentato da alcuni dipendenti della ASL di Brindisi, sostenuti dalla FIALS, ha riconosciuto il pagamento dello straordinario maggiorato del 30% e del 50% ai turnisti che hanno prestato servizio in giorni festivi infrasettimanali. 

Così Giuseppe Carbone, Segretario Generale della FIALS, commenta quanto è accaduto di recente presso il Tribunale Sezione Lavoro di Brindisi grazie al ricorso presentato da alcuni dipendenti attraverso la FIALS.

Il giudice del lavoro, afferma Carbone, ha sancito il diritto dei ricorrenti ad ottenere il pagamento dello straordinario per il servizio prestato nei giorni festivi infrasettimanali, condannando l’Azienda Sanitaria a pagare sino a cinque anni di arretrati agli stessi dipendenti con un risarcimento medio di oltre 2mila euro.

In pratica, spiega Carbone, il giudice ha condiviso la tesi del legale della FIALS che ai dipendenti turnisti che hanno prestato servizio in un giorno festivo infrasettimanale spetta il pagamento dello straordinario festivo per il servizio effettuato ovvero non soltanto le due indennità di disagio, indennità di turno e notturna, ma anche la corresponsione dello straordinario festivo maggiorato del 30% se diurno e del 50% se notturno. 

Una nostra vittoria che ci inorgoglisce, prosegue Carbone, e non è esagerato definire epocale per i dipendenti della ASL di Brindisi.

Stiamo informando tutti i nostri iscritti interessati a rivolgersi ai nostri dirigenti sindacali e alla Segreteria Provinciale per gli ulteriori ricorsi al giudice del lavoro e che la FIALS continuerà a sostenere le azioni legali per il riconoscimento del diritto al lavoro straordinario nei giorni festivi infrasettimanali.

Non siamo disponibili al ribasso, conclude Carbone, rispedendo al mittente – ASL di Brindisi – la proposta di pagare i festivi infrasettimanali solo al personale infermieristico e per l’unico anno 2020 con gli stessi soldi dei circa 3mila dipendenti della ASL, sottraendo circa 250mila euro dalla produttività collettiva dello stesso anno 2020.

Una proposta a dire poco VERGOGNOSA dopo tanti sacrifici e giornate lavorate duramente nei giorni infrasettimanali festivi ed in particolare nel periodo pandemico.

Non vi abbandoneremo MAI!!! Con voi SEMPRE!!!

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.