Francavilla Fontana (Br).Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, primi interventi sulla viabilità e gli edifici pubblici

Dopo l’approvazione in Consiglio Comunale del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA) dello scorso dicembre, entra nel vivo la pianificazione dei primi interventi sulle strade e gli edifici pubblici.

Il PEBA – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – oltre a rappresentare un obbligo di legge mai ottemperato dalla politica del passato, è uno strumento che ci consente di ridisegnare gli spazi pubblici intorno alle esigenze delle persone con mobilità ridotta. PEBA non è una sigla come tante, ma una precisa visione del futuro della Città.

I due studi di fattibilità approvati dall’Amministrazione Comunale riguardano la viabilità di Corso Umberto I, via Regina Elena, via Municipio e l’accessibilità di Teatro Imperiali, Scuola Primaria Montessori, Scuola dell’infanzia Calò, Scuola Musicale Comunale e Comando della Polizia Locale.

I benefici del PEBA – dichiara l’Assessore ai Diritti Civili Sergio Tatarano – iniziano ad essere concretamente visibili. Grazie alla pianificazione e ad uno sforzo economico importante cominciamo a mettere a norma gli edifici pubblici e le arterie centralissime di via Municipio, Corso Umberto I e via Regina Elena su cui si interverrà non soltanto realizzando gli scivoli, dove non presenti, ma anche allargando la sede destinata ai pedoni.

Dal punto di vista della viabilità gli interventi saranno finalizzati ad adeguare gli attraversamenti pedonali, la disposizione dei pali della pubblica illuminazione e del verde urbano al transito dei pedoni e delle persone con mobilità ridotta, a ripianare la pavimentazione dissestata, ampliare i percorsi protetti e realizzare rampe di raccordo.

Sul fronte degli edifici pubblici si interverrà con un adeguamento degli accessi, della viabilità, della segnaletica, dei parcheggi e dei servizi igienici presenti nelle strutture.

Il PEBA – dichiara l’Assessore all’Urbanistica Nicola Lonoce – è uno strumento che consente interventi incisivi che migliorano la qualità della vita dell’intera comunità. Le soluzioni proposte non hanno solo una funzione inclusiva, ma tendono a superare le criticità presenti da lungo tempo e particolarmente sentite dalla cittadinanza. Con il PEBA cambia la prospettiva nella pianificazione degli interventi e si apre un orizzonte nuovo nella definizione dei servizi e delle infrastrutture.

L’Amministrazione Comunale ha destinato a questi primi interventi 200 mila euro.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.