Carabinieri San Vito dei Normanni. Arrestate due persone per detenzione di droga e armi a San Michele Salentino e Latiano.

A San Michele Salentino e Latiano, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno arrestato in flagranza di reato un 51enne di Ostuni e un 48enne di Carovigno domiciliato a Latiano, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, detenzione illegale di armi e munizioni, ricettazione e detenzione abusiva di armi.

In particolare, a seguito di un mirato servizio per la prevenzione dello spaccio di stupefacenti, i militari operanti hanno effettuato due perquisizioni presso le abitazioni dei due, rinvenendo e ponendo sotto sequestro:

–    presso l’abitazione del 51enne: 5 involucri contenenti cocaina per un peso complessivo di 7,5 grammi, un bilancino e vario materiale utile per il confezionamento;

–    presso l’abitazione del 48enne: 2 grammi di cocaina, 2 kg. di marijuana in una confezione sottovuoto, 20 confezioni di hashish del peso complessivo di 2 kg., un bilancino di precisione e vario materiale utile per il confezionamento, un fucile da caccia monocanna calibro 20 clandestino, un fucile da caccia sovrapposto calibro 12 a canne mozze oggetto di furto denunciato il 12 aprile 2014, 92 cartucce calibro 9×21, 25 cartucce da caccia calibro 12, un serbatoio di pistola calibro 9×21.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, il 51enne è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari mentre il 48enne è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Punto di contatto: Capitano Corvino

 

Mesagne. 39enne arrestato per maltrattamenti nei confronti dei genitori ai quali chiedeva anche denaro per l’acquisto di stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Mesagne, a conclusione degli accertamenti, hanno arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e contestualmente denunciato in stato di libertà per tentata estorsione un 39enne del luogo. In particolare, nella serata del 23 luglio, un 62enne e una 60enne, entrambi da Mesagne, hanno richiesto l’intervento del 112 a seguito dell’ennesima aggressione fisica da parte del figlio. I militari operanti giunti sul posto hanno constatato che il l’uomo, oltre ad aver distrutto suppellettili vari nell’abitazione, aveva spintonato violentemente il padre, procurandogli delle escoriazioni medicate dal personale del 118. Dai successivi approfondimenti è emerso che nel corso dell’ultimo anno, il giovane si è reso responsabile di maltrattamenti, vessazioni, violenze e umiliazioni nei confronti dei genitori conviventi, al fine di ottenere quotidianamente la somma di 10/20 euro per l’acquisto di stupefacente. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Lecce, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.