Il Comune di Ostuni aderisce all’iniziativa “Io non somministro alcol ai minori di 18 anni”

Il Comune di Ostuni ha presentato ieri la propria adesione alla Campagna di sensibilizzazione contro la somministrazione di alcolici ai minorenni da parte dei titolari dei locali della ‘movida’ denominata “Io non somministro alcol ai minori di 18 anni”.


L’iniziativa nasce dalla Confesercenti Brindisi a seguito di un appello lanciato da sua eccellenza il Prefetto Bellantoni sull’entità e la diffusione del fenomeno dell’uso – specie da parte dei minorenni- di sostanze stupefacenti ed alcoliche, nonché del tabagismo.
“Siamo convinti che aderire a questo appello e a questa iniziativa, sia fondamentale per il futuro dei nostri ragazzi. – riferisce il Sindaco Guglielmo Cavallo. – Il fenomeno dell’abuso di alcol va combattuto non solo con l’aiuto dei presidi educativi ma anche e soprattutto attraverso il coinvolgimento della comunità e, nello specifico, delle imprese commerciali.”
“Consegneremo agli esercenti l’attività di somministrazione associati alla Confesercenti e a tutti coloro che ne faranno richiesta, un adesivo dell’iniziativa – dice Michele Piccirillo, presidente di Confesercenti – che potrà essere affisso per contraddistinguere l’esercente quale Locale Etico. E’ una iniziativa che abbiamo voluto fortemente poiché riteniamo fondamentale la tutela dei nostri giovani.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.