OSPEDALI FRANCAVILLA E OSTUNI, CAROLI (FDI): LOPALCO E PASQUALONE SNOBBANO LA COMMISSIONE SANITA’, UNO SCHIAFFO AI BRINDISINI

“Se per attirare l’attenzione dell’assessore alla Sanità, Lopalco, e del direttore generale della ASL di Brindisi, Pasqualone, è meglio fare sopralluoghi piuttosto che andare a Bari per partecipare di persona alla Commissione Sanità per sperare di interrogarli sulle criticità degli ospedali di Francavilla e Ostuni… la prossima volta risparmio i chilometri.

“Francamente sono decisamente deluso dell’attenzione che Lopalco e Pasqualone hanno mostrato nei confronti non solo miei, ma di tutta la Commissione snobbandola, eppure le audizioni servono proprio a favorire un confronto, specie se richieste dall’opposizione, che nel caso della Sanità tendono a migliorare un servizio essenziale ai cittadini. E i brindisini non devono essere considerati di Serie B da questa Regione.

“Ma non mi arrendo. Ho chiesto al presidente della Commissione, Vizzino, di riaggiornare la seduta, anche ad agosto se è necessario, perché è importante discutere anche dello stanziamento di risorse per quanto riguarda la riqualificazione e la messa in sicurezza della viabilità attorno agli ospedali, in modo particolare quello di Francavilla Fontana, cos? come previsto dall’art. 24 della legge di Bilancio.

“Infine, vorrei ricordare ai consiglieri regionali, in modo particolare al piddino Maurizio Bruno, del mio territorio che neppure io faccio parte della Commissione Sanità, ma sono presente ogni qualvolta che c’è bisogno di far sentire la propria voce a favore dei nostri concittadini. Per questo sono stato eletto!”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.