BRINDISI OSPITA IL “PREMIO FEDERICO II – PUER APULIAE” EDIZIONE 2021 – OGGI LA CONFERENZA STAMPA

La città di Brindisi si appresta a svolgere un ruolo da protagonista nell’ambito del “Premio Federico II”, giunto ormai alla sua dodicesima edizione.

Gli eventi inseriti all’interno dell’iniziativa si svolgeranno in due momenti: sabato 31 luglio 2021 (Palazzo Nervegna) e sabato 6 novembre 2021 (Nuovo Teatro Verdi – trasmesso da Rai 2). 

Il programma e le finalità dell’iniziativa (che ha raggiunto un ambito di interesse nazionale) saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà domani, giovedì 29 luglio 2021, alle ore 18.00, nel cortile di Palazzo Nervegna, alla presenza del sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e del direttore artistico del Premio Federico II Giulio Caforio.


Il Premio Federico II da undici anni è un punto di riferimento per le più conosciute Produzioni e Organizzazioni di eventi a livello nazionale. Un Premio che è stato uno stimolo a raggiungere traguardi sempre più importanti.  Il Premio Federico II fino a quest’anno si è tenuto nella città federiciana di Oria ed ha assegnato oltre 300 riconoscimenti agli imprenditori più innovativi e di successo. Si tratta di un progetto che ha da sempre avuto l‘obiettivo di valorizzare gli imprenditori che hanno contribuito in modo significativo alla crescita dell’economia e del turismo nel proprio territorio, dimostrando intraprendenza, creatività e impegno senza eguali.

 Il Premio Federico II dal 2019 ha assunto una nuova caratterizzazione, rivolgendosi in particolar modo ai giovani imprenditori, presentandosi nella nuova veste di Premio Federico II- Puer Apuliae.

L’Associazione OLTRELARTE, in collaborazione con la Melos International, ha progettato per il 2021 un’edizione del Premio Federico II – Puer Apuliae particolarmente prestigiosa che sarà trasxmessa a carattere nazionale su:

 

Il Premio Federico II – Puer Apuliae si pone innanzitutto di valorizzare e motivare i giovani che hanno dimostrato intuito, creatività ed intraprendenza, riuscendo ad emergere nel loro settore.

Quest’anno l’Associazione OLTRELARTE ha progettato, inoltre, un evento che nasce dall’unione di arte e spettacolo: FRAMMENTI AL BUIO.

 

L’evento che fonde arte, cultura e tecnologia vuole presentare la figura di Federico II attraverso l’utilizzo di strumenti multimediali avanzati ed impiegando contemporaneamente diversi canali trasmissivi: quello visivo delle immagini, quello uditivo dei suoni, quello sensoriale degli oggetti e degli ambienti ricostruiti.

Una mostra multimediale che si sviluppa attraverso proiezioni su grandi monitor che accompagnano il visitatore in uno straordinario viaggio alla scoperta della storia e della vita di Federico II.                          

Quest’anno gli eventi saranno tenuti nella città federiciana di Brindisi in collaborazione e con il supporto di tutte le città federiciane: Oria (BR), Torre Maggiore (FG), Avvignano (TO), Melfi (PZ), Palazzo San Gervasio (PZ), Andria (BAT), Gioia del Colle (BA), Gravina in Puglia (BA), Altamura (BA) e Barletta (BAT).


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.