Fasano (Br).«Vito Curlo, entro 90 giorni il nuovo manto erboso sintetico

Oggi la consegna del cantiere. Zaccaria: «Una scelta condivisa con la società che  migliora ancora l’impiantistica del territorio» 

Un nuovo manto erboso per un nuovo stadio, più funzionale e al passo con i tempi. Un altro segno di  cambiamento nell’impiantistica sportiva della città che darà nuova linfa alla crescita dei più giovani, offendo loro  spazi di gioco e di crescita e che, perché no, autorizza ad alzare l’asticella delle ambizioni del calcio fasanese  verso categorie superiori.  

È stato consegnato oggi, lunedì 2 agosto, alla ditta Tennis Tecnica che curerà i lavori, il cantiere per la  riqualificazione del manto erboso del «Vito Curlo» di Fasano.  

I lavori, che si concluderanno entro 90 giorni (fine ottobre), prevedono la sostituzione dell’attuale manto  esistente con un nuovo manto di erba sintetica che sarà omologabile anche per categorie superiori alla serie D.  

Costo dell’intervento è di 946mila euro che sarà coperto con un mutuo della Cassa depositi e prestiti. Il progetto,  che risponde alle indicazioni della Lega nazionale dilettanti, è stato redatto dall’ufficio tecnico del Comune come  ha spiegato la dirigente al ramo, Rosa Belfiore.  

Il direttore dei lavori sarà Dino Angelini.  

La sostituzione è frutto di una scelta condivisa con la società Us Città di Fasano, come sottolinea il sindaco  Francesco Zaccaria: «Dopo i lavori di messa norma per poter disputare il campionato di sere D abbiamo investito  ancora nel nostro stadio in accordo con la società perché vogliamo che la nostra squadra sia dotata di tutti gli  strumenti per organizzare al meglio la propria attività, aumentando gli introiti e riducendo i costi in quanto il  nuovo manto sintetico eviterà gli spostamenti della squadra nei paesi limitrofi nei mesi invernali – spiega il primo  cittadino –. Senza contare che questa sostituzione consentirà anche una gestione più serena degli spazi e delle  ore consentendo una migliore organizzazione dell’attività giovanile e di utilizzare il campo per più ore al giorno  (cosa che fino ad adesso non poteva essere fatto per evitare di stressare troppo il manto di erba naturale).  Ringrazio, insieme all’assessore Galeota , tutta la struttura tecnica che ha consentito questo risultato».  

Gli interventi al «Vito Curlo» si aggiungono ai tanti effettuati in questi anni per il miglioramento dell’impiantistica  sportiva di tutto il territorio di Fasano. «Dalle palestre scolastiche, ai playground fino al palazzetto che è la più  grande opera realizzata nella storia dell’impiantistica della nostra città, il luogo dove allenare i nostri talenti – sottolinea Zaccaria -. Abbiamo aperto nuove palestre dove prima non c’erano e ci siamo impegnati per  valorizzare luoghi all’aperto destinandoli all’attività fisica e motoria. Oggi abbiamo uno stadio a norma e gli altri  impianti sportivi della città sono finalmente funzionali, efficienti e sicuri. Vogliamo migliorarli ancora, rendendoli  moderni, all’avanguardia e in grado di attrarre i grandi eventi sportivi per generare nuova economia e favorire lo  sviluppo del nostro territorio». 

«Lo sport – continua il sindaco – in provincia necessita di due fattori: organizzazione delle società e impiantistica  in grado di supportare questa organizzazione. Noi vogliamo dare al Fasano calcio la possibilità di strutturarsi in  maniera solida puntando sulla migliore organizzazione del settore giovanile. Questa struttura darà questa forza  alla società e nuova linfa di crescita e prospettive di visione ai nostri giovani».  

Una data, quella di oggi, da cerchiare in rosso, sottolinea l’assessore allo Sport Giuseppe Galeota: «Una di quelle  date che segnano il passo tra un prima e un dopo. Il passo di un cambiamento epocale che può aiutare a seguire  un sogno e un progetto ambizioso, programmando anche un salto di categoria.  

Fasano ha registrato negli ultimi anni un fermento senza precedenti in ambito sportivo e avere uno stadio che  migliora l’offerta sportiva del territorio significa dare concretezza alle esigenze della società».  

«Un giorno davvero da ricordare che ci consentirà di far crescere il nostro settore giovanile – sottolinea il  presidente dell’ ASD US Città di Fasano Franco D’Amico – con in nuovo manto siamo più tranquilli a livello  organizzativo e di programmazione: gestione del personale e dei ragazzi. Sarà una gioia anche per le famiglie.  Ringrazio chi ha ascoltato le nostre richieste».  

«La fruibilità che il nuovo manto consentirà sarà davvero importante – aggiunge il presidente APS Il Fasano Siamo  Noi Ignazio Lovecchio – siamo cresciuti in maniera esponenziale nel settore giovanile che conta circa 170 tesserati  (fino a qualche anno fa erano appena 30). Questa sostituzione ci consentirà di accelerare l’asticella delle  ambizioni nell’ottica di una crescita della nostra società». 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.