BBC:Ennesima notte dal cielo rosso per Brindisi.

E non il rosso del bel tempo sperato ma quello dei veleni della torcia del petrolchimico.

Adesso basta, la misura è colma.

Le manutenzioni preventivamente comunicate dall’azienda sono finite da tempo ma questi episodi intollerabili continuano a verificarsi con una ciclicità che non può più essere sopportata.

Siamo con il Sindaco Riccardo Rossi in questa battaglia per il futuro della città e per la salute dei suoi abitanti: la presenza dello stabilimento va posta in discussione con il gruppo Eni e con il Governo.

Quello del lavoro è un ricatto che ha tenuto sotto scacco la città per tanto troppo tempo e con tanti troppi morti in quasi tutte le famiglie.

Brindisi vuole vivere.

Dopo aver chiuso la stagione del carbone è tempo ormai di chiudere anche quella delle torce e dei veleni.

 

Brindisi Bene Comune


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.