ORGOGLIO E CONSAPEVOLEZZA: A BRINDISI UN CONVEGNO LGBT+ SUI “CORPI IN MOVIMENTO” ALLA VIGILIA DEL PRIDE

Mancano pochi giorni al primo e attesissimo Salento & Puglia Pride 2021 a Brindisi e le realtà organizzatrici hanno dato il via alla pride week con eventi di divulgazione e sensibilizzazione sulle tematiche LGBT+. Venerdì 20 agosto, alla vigilia della parata, si terrà nei pressi di Palazzo Granafei-Nervegna la seconda edizione del convegno “Orgoglio e Consapevolezza”, una serie di incontri con rappresentanti dell’attivismo regionale e nazionale, delle istituzioni, del giornalismo e dell’arte, che seguiranno il fil rouge dello slogan del pride: “Corpi in movimento”.

Dai corpi e dalle identità delle persone trans* e non binary si arriverà a quelli dellз protaginistз del movimento LGBT+ che marciano per la rivendicazione per i propri diritti, passando per i corpi delle persone migranti e dellз cittadinз europeз oltre i confini territoriali. L’evento, aperto al pubblico e gratuito, avrà inizio alle 17:45 alla Caffetteria Nervegna e si concluderà con un talk serale nella vicina piazza Sottile-De Falco.

Il primo panel “Geografia del genere”, moderato dal presidente di ACQUE – Associazione per la Cultura QUEer Luca Parente, avrà come tema quello dell’identità di genere e del transfemminismo. Miki Formisano, presidente dell’associazione TGenus, ed Eleonora Magnifico, cantante e storica madrina del Salento Pride, porteranno la propria testimonianza diretta di persone e attivistз transgender. Verrà poi affrontato il tema del non binarismo di genere con una coppia milanese: Gio, modellə per Toilet Paper, ID, GQ, ed Ella Bottom Rouge, uno dei volti più importanti del burlesque made in LGBTQIA+, founder del progetto di comunicazione OUT and PROUD. Il capitolo si concluderà con il contributo scientifico della dott.ssa Antonella Palmitesta (presidente di NUDI – Associazione nazionale psicologi per il benessere lgbtqi) e con le istanze del transfemminismo italiano portate dalla giornalista Natascia Maesi, responsabile di Arcigay Rete Donne Transfemminista.

“Oltre i confini” è il titolo del secondo panel moderato da Davide Duma per NEG Zone, con inizio alle 19:30 presso la Caffetteria Nervegna, dedicato al tema dei diritti delle persone LGBT+ che si muovono all’interno e all’esterno della comunità europea. Manuela Macario, responsabile lavoro e marginalità di Arcigay nazionale illustrerà la situazione dei migranti LGBT+ che richiedono asilo in Italia. Verrà poi letta la lettera inviata dalle associazioni salentine e polacche per sollevare la questione del gemellaggio del Comune di Brindisi con Świdnik, una delle primissime città polacche ad essersi dichiarate “zone libere dall’ideologia LGBT”, in solidarietà della popolazione locale a cui è vietato organizzare manifestazioni come il pride. Ci si sposterà oltre i confini dell’Unione Europea con Giuseppe Piccinno di UDU Lecce, che dedicherà il proprio intervento a Patrick Zaki, lo studente dell’Università di Bologna e attivista per i diritti umani – cittadino onorario di Brindisi – ingiustamente detenuto da un anno e mezzo in Egitto, senza un processo. Scott Maxwell di The Big Gay Podcast from Puglia chiuderà il panel spiegando come il turismo può diventare attivismo politico e contribuire all’emancipazione della comunità locale.

Il panel conclusivo, “Fuori i nomi!”, avrà luogo in Piazza Sottile-De Falco dalle 21:00 in poi con la moderazione di Pippi Todisco, presidente di Arcigay Salento e consigliere di Arcigay nazionale. A dare il nome all’ultimo talk è il titolo dell’ultima fatica di Simone Alliva, giornalista per l’Espresso, che presenterà il suo libro dall’incontro con i protagonisti e le protagoniste del movimento LGBT+ in occasione del 50esimo anniversario dalla nascita del F.U.O.R.I. (Fronte Unitario Omosessuale Rivoluzionario Italiano) a Torino, quella che potremmo definire la “Stonewall italiana”. Saranno presenti due tra gli attivisti e le attiviste intervistate da Alliva: Titti de Simone, consigliera politica del presidente Emiliano, ex deputata e fondatrice di Arcilesbica, e Giovanni Minerba, regista e fondatore insieme a Ottavio Mai del Festival cinematografico a tematica omosessuale Da Sodoma a Hollywood. Ripercorrendo la storia del movimento LGBT+ italiano si arriverà alla battaglia politica sul ddl Zan, con gli interventi di Francesco Angeli, presidente di Arcigay Roma e responsabile territori di Arcigay nazionale, e Alessandra Maiorino, senatrice del M5S e firmataria del ddl Zan contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.