CENTRALE CERANO – D’ATTIS (FORZA ITALIA): L’ENEL CHIARISCA PUBBLICAMENTE I SUOI PROGRAMMI PER BRINDISI

L’ultimo annuncio fatto dall’Enel – reso noto attraverso gli organi di stampa – sulla sua presenza a Brindisi in futuro, desta perplessità.

La rinuncia ad uno dei gruppi di produzione elettrica a turbogas, infatti, fa crescere il sentore di un lento ma progressivo disimpegno dal territorio brindisino ed è chiaro che tutto ciò genera forti preoccupazioni.
Il processo di decarbonizzazione non può tradursi in un danno irreversibile per migliaia di lavoratori e per il tessuto imprenditoriale di quest’area del Paese. Un grido di allarme in tal senso l’ho raccolto anche oggi nel corso dell’incontro promosso con il ministro Brunetta, il sottosegretario Sisto, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali. 
Proprio per questo, è necessario che l’Enel fornisca pubblicamente delle risposte sugli investimenti previsti per Brindisi e sulla tempistica di realizzazione. Al sindaco Rossi ed al presidente della Regione Puglia Emiliano chiedo di unirsi a questo appello, nell’esclusivo interesse del nostro territorio e prima che sia troppo tardi per invertire la rotta.
Lo afferma il commissario regionale di Forza Italia, on. Mauro D’Attis.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.