Commissione di Studio e Inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia. M5S: “Tra le nostre proposte rendere operativo l’Osservatorio e organizzare iniziative nelle scuole”

“Nella scorsa legislatura la Commissione  ha fatto un lavoro importante, dando vita al Testo Unico per la Legalità e all’Osservatorio che oggi è nella Fondazione Stefano Fumarulo. Bisogna ripartire da qui, rendendo operativo l’Osservatorio e lavorando in stretta connessione con questo organismo per capire dove sia necessario intervenire nell’ambito delle competenze della commissione stessa”.

Lo dichiarano i consiglieri del M5S Grazia Di Bari, Marco Galante e la ex presidente della Commissione di studio e inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia Rosa Barone, a margine della prima seduta della commissione, dopo l’insediamento avvenuto lo scorso luglio. 

“Riteniamo fondamentale che la Commissione organizzi iniziative nelle scuole – dichiara Di Bari – per promuovere la legalità. I ragazzi devono sentire vicine le istituzioni, troppo spesso purtroppo percepite lontane dalla loro quotidianità. La Puglia è stata la prima Regione ad approvare la legge per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo, che prevede punti di ascolto  e corsi di formazione per gli educatori, famiglie e i ragazzi. Dobbiamo lavorare perché diventi operativa, in modo da dare una risposta concreta a chi alle vittime di episodi di bullismo. Sarà importante realizzare eventi sulla memoria con i familiari delle vittime di mafia, che troppo spesso si sono sentiti  abbandonati dalle istituzioni”

“Dobbiamo fare commissioni itineranti – dichiara Galante – per far sentire la nostra presenza su tutti i territori e analizzare quello che succede in ogni Provincia, ascoltando associazioni e istituzioni locali. Ritengo importante, ad esempio, in vista della conferenza nazionale sulla diffusione e dipendenza da sostanze stupefacenti che si terrà a novembre a Genova, fare una serie di audizioni per avere un quadro dettagliato della situazione pugliese, per avere modo di pensare a campagne mirate e iniziative per contrastare questa piaga in collaborazione con l’ufficio scolastico regionale e le istituzioni a tutti i livelli. Così come è necessario fare campagne mirate contro l’azzardopatia perché purtroppo è sempre più bassa l’età media di chi inizia a giocare”. 

“Sarò felice di dare il mio contributo alla Commissione e al Presidente Perrini – dichiara Barone – per continuare sulla strada già tracciata nella scorsa legislatura. Sarà importante anche il confronto a Roma con le Commissioni delle altre Regioni per ottenere risultati. Penso ad esempio allo schema di proposta di legge  per sostenere gli imprenditori che denunciano estorsioni e usurai, approvato per primo dal consiglio regionale pugliese, e trasmesso a Camera e Senato, che parte da quanto fatto dal Coordinamento delle Commissioni e degli Osservatori sul contrasto alla criminalità organizzata e la promozione della legalità. Dall’impegno del Coordinamento è arrivato anche  protocollo ‘Liberi di Scegliere’, approvato dalla Giunta lo scorso marzo per fornire una concreta alternativa di vita ai minori provenienti da famiglie inserite in contesti di criminalità organizzata o che siano vittime della violenza mafiosa e ai familiari che si dissociano dalle logiche criminali. Tante sono le cose ancora da fare, e sono certa che la Commissione lavorerà al meglio per attuare il testo unico sulla Legalità e mettere in campo iniziative concrete contro la criminalità”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.