l Progetto SIDE – Successful Innovators on Digital Culture Citizenship è stato lanciato in 6 Paesi Europei

I partner del progetto SIDE – Successful Innovators on Digital Culture Citizenship hanno annunciato di aver iniziato a implementare il progetto a partire da marzo di quest’anno in sei paesi Europei: Serbia, Cipro, Grecia, Polonia, Italia e Belgio. SIDE è cofinanziato dalla Commissione europea con un focus primario sullo sviluppo di strumenti per accelerare la trasformazione digitale e l’uso dei mezzi digitali per adattarsi al modo in cui i prodotti creativi, i beni culturali e gli eventi, vengono creati, diffusi, resi accessibili e consumati.

Il progetto mira a fornire ai giovani il materiale e gli strumenti educativi necessari, nonché le competenze utili per elaborare soluzioni creative e innovative e superare rischi inediti e disuguaglianze di competenze, nonché per rivelare opportunità professionali che possono emergere in un contesto critico.

Il progetto nasce dalla necessità di adattarsi alla realtà attuale poiché la crisi COVID 19 ha colpito in maniera particolarmente dura il settore culturale e creativo (CCS). Anche le opportunità di istruzione e formazione per i giovani sono state interrotte per un lungo periodo, creando implicazioni a lungo termine per la ripresa post-COVID-19. Sebbene la pandemia abbia intensificato l’incertezza e le ansie per il futuro, ha anche contribuito a creare nuovi modelli di business con un potenziale di mercato per i giovani, aiutando ad affrontare sia le principali sfide sociali che CCS sta vivendo alla luce di questa crisi globale, sia evidenziando le opportunità per i giovani che la stessa crisi ha portato alla ribalta. Basandosi sull’impatto della crisi COVID-19, sull’istruzione e sul CCS, è possibile sviluppare complementarità strategiche.

I partner lavoreranno insieme, nei settori dell’istruzione formale, informale e non formale, sostenendo il CCS e dando potere ai giovani attraverso il miglioramento delle competenze digitali necessarie per promuovere l’arte e la cultura. Inoltre, il progetto darà l’opportunità ai giovani di studiare da casa, in qualsiasi momento. La creazione di un MOOC(Massive Open Online Course) fornirà l’accesso istantaneo alla suite completa di materiale didattico sviluppato attraverso il progetto e ciò può avere un impatto mondiale facendo una differenza significativa e duratura nel futuro del processo di insegnamento e apprendimento in Europa. Il progetto fornirà anche tutta la metodologia pertinente per migliorare la capacità e la conoscenza dei giovani nell’organizzazione di Hackathon digitali e Virtual Panel, per discussioni su Arte e Cultura.

Sei diverse organizzazioni in tutta Europa lavoreranno insieme per l’implementazione efficace del progetto SIDE:

 

  • EUROPEAN ASSOCIATION FOR VIEWERS INTERESTS AISBL – Belgio
  • Ce.F.A.S. – Centro di Formazione ed Alta Specializzazione – Italia 
  • Danube 1245 -Serbia 
  • ENOROS CONSULTING LIMITED – Cipro
  • CENTER FOR EDUCATION AND INNOVATION – Grecia
  • Europejska Fundacja na Rzecz Wspierania Rozwoju – Polonia

La partnership sfrutterà al meglio le conoscenze e competenze reciproche basandosi anche sull’esperienza delle best practices nel proprio contesto nazionale. Poiché le esigenze sono comuni tra i paesi dell’UE, l’obiettivo del Progetto SIDE sarà ampliato e il suo carattere transnazionale produrrà strumenti validi che possono essere trasferiti e applicati in altri contesti dell’UE.

EAVI ha il ruolo di Lead Partner essendo responsabile dell’implementazione complessiva del progetto. EAVI si occupa dello sviluppo e implementazione di un’ampia gamma di attività, coinvolgendo cittadini e organizzazioni di molti dei 27 Stati membri dell’UE. EAVI ha esperienza in attività legate all’ alfabetizzazione mediatica, disinformazione e cittadinanza digitale. Le attività spaziano da lavoro di ricerca, comunicazione, divulgazione e policy con un focus sulle attività mediatiche correlate (privacy, sorveglianza, protezione dei minori, nuove tecnologie, digitalizzazione e molte altre).


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.