BRINDISI.PORTO: BANCHINE E COMPETENZE

Già il sostenere che «il diporto non è nelle competenze Adsp» è una tesi quanto meno audace sconfessata dai fatti e dalla lettura degli atti dello stesso Ente portuale, per esempio si legge nel POT 2020/2022 pag. 9 nella descrizione del porto interno: «“Seno di Ponente” e “Seno di Levante” (superficie specchio acqueo: 750.000 metri quadrati) dalla prevalente funzione militare – diportistica – crocieristica, ma anche di traffico ro-ro e di movimentazione granaglie».

E’ vero che i servizi devono essere offerti dai privati ma quando questi hanno in concessione una banchina uno spazio ecc., come nel caso della Lega Navale, del porticciolo «Marina di Brindisi» e dell’«Approdo delle Indie» (la banchina prospiciente piazzale Lenio Flacco). 

Così non si può dire di via Regina Margherita le cui banchine ricadono indiscutibilmente sotto la competenza dell’Adspmam che può, o no, fornire determinati servizi ma in base a ciò, obtorto collo, non può sottrarsi da elogi e critiche. E proprio su via Regina Margherita vi sono vecchi accordi tra Comune ed Ente portuale (risalenti sin dall’amministrazione Antonino) che dovrebbero essere rispettati, come abbiamo detto, potenziando l’impianto elettrico già esistente – progettato e costruito dall’Ente portuale -, ma si può benissimo decidere il contrario, basta dirlo, basta essere chiari.

Se poi, come si apprende, le risorse per elettrificare le banchine sono già state ottenute, vorrà dire che a breve vedremo appaltati i lavori, risparmiandoci di dover intervenire in futuro sullo stesso argomento. Coltiviamo la speranza che, le risorse economiche – il cui ammontare non è dato sapere – siano indirizzate all’elettrificazione non solo delle banchine destinate al traffico industriale ma anche a quello mercantile e passeggeri. 

Brindisi 8 settembre 2021 

 

 FORUM AMBIENTE SALUTE E SVILUPPO

LEGAMBIENTE

NOTAP/SNAM Brindisi

WWF BRINDISI


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.