FRATELLI D’ITALIA: ORA TALLONIAMO INSIEME EMILIANO CONTRO I PRIVILEGI ELARGITI AI SUOI AMICI

“Non sempre la politica riesce ad interpretare subito il sentire dei cittadini, per questo è indispensabile la pressione sociale che unita all’autorevole lavoro dei mass media pungola e stimola i rappresentanti eletti del popolo a rivedere alcune decisioni.

Questo è accaduto ieri sul TFM e noi di Fratelli d’Italia siamo stato il primo gruppo consiliare ad accogliere il ‘grido’ della collettività che chiedeva l’abrogazione di quanto legiferato comunque legittimamente il 27 luglio scorso.

“Ma lo stesso ravvedimento non lo avvertiamo, per?, nell’azione politico-amministrativa del presidente Emiliano, forse, perché la pressione socio-mediatica (ma non dimentichiamo l’intervento della Confindustria Puglia e di alcuni Sindacati) non è con il ‘potere vero’ ugualmente incisiva. Peccato davvero perché, invece, serve una pressione sociale forte, anzi più forte, per tenere Emiliano in un alveo di buona amministrazione, di efficienza ed efficacia della spesa pubblica.

“Per questo noi di Fratelli d’Italia continueremo a mettere in evidenza le politiche clientelari, gli sprechi le inefficienze i ritardi e le disattenzioni nella speranza di trovare al nostro fianco una pressione sociale pari a quella di questi giorni. Gli argomenti non mancano: l’ospedale in Fiera (25 milioni di euro) con il conseguente mancato avvio della Fiera quest’anno, la fabbrica delle mascherine (7,5 milioni), le liste di attesa ancora lunghe, la xylella alle porte di Bari, la TARI fra le più alte d’Italia con territori trasformati in discariche a cielo aperto, un intero anno scolastico in DAD, l’alta mortalità COVID, le nomine non meritocratiche ma per appartenenza di partito e finalizzate al pagamento di cambiali elettorali… insomma la lista è davvero lungo e i pugliesi, i mass media, gli industriali, i sindacati e le associazioni che si sono, giustamente, indignati per il TFM ora non perdano questo entusiasmo e siano al nostro fianco nelle battaglie che faremo contro Emiliano.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.