Il reading teatrale dedicato al Giudice Rosario Livatino

Il reading  teatrale (  che si è svolto presso la Cattedrale di Brindisi) dedicato al Giudice Rosario   Livatino  è  un’ ulteriore occasione  per conoscere  un grande uomo che  ha unito  FEDE  e GIUSTIZIA .

Raccontare  le gesta, la vita, i comportamenti  di chi ha lasciato  “ indelebili tracce  e insegnamenti” nella propria vita  non è facile, ma si prova .    Ci provano, soprattutto, coloro  che credono fermamente  in  valori immensi quali  la giustizia, la solidarietà, la partecipazione e condivisione, la cultura della legalità.

E, in questo contesto, il teatro, i mass media, la cultura, rappresentano validi contenitori, dove esprimersi, lanciare messaggi alla comunità, soprattutto esprimere ( sino all’ ultimo)  il pensiero di chi va sempre ricordato  e preso da esempio per quanto fatto .

Grandi uomini, grandi  e indimenticabili risorse, come il Giudice   Rosario  Lavitino, ucciso   dalla mafia   il 21 settembre  1990  per aver appunto difeso sino all’ ultimo i valori  di  GIUSTIZIA e LEGALITA’,  e  proclamato  beato . 

Il  Giudice   Rosario   Livatino, ricordato, con grande commozione, nei giorni scorsi a Brindisi,   in  un reading  teatrale  che  si è svolto  presso  la Cattedrale  cittadina,  significativo simbolo   per la comunità  locale  e dell’ impegno quotidiano dell’ Arcidiocesi  Brindisi  – Ostuni ( ma  anche di tutte  le parrocchie  brindisine)  per  le famiglie in difficoltà e nella lotta per la legalità .

La puntuale  organizzazione  da parte  dell’ imprenditore  Patrick  Marcucci  e Katia Colangelo ,il  supporto  di  Don  Mimmo  Roma  e l’ Ufficio  Pastorale   Diocesano da lui guidato, l’ attenzione   puntuale  all’ iniziativa da parte dell’  Amministrazione  Comunale  e il Sindaco  Riccardo Rossi,  elementi   emersi ( ma non gli unici) nel corso di una serata sicuramente da  ricordare .

La serata   si   è divisa in due fasi : la prima, caratterizzata dai diversi interventi  sulla storia professionale e  umana del  Giudice  Livatino, la seconda  il reading teatrale . 

Proprio   gli interventi ( istituzionali e non ) sono emblematici dell’ importanza ( eterna) della memoria  e dell’ amore   nei riguardi  di un personaggio che sino all’ ultimo ha dato tutto sé stesso, in nome della legalità e della fede .  I saluti  e la  moderazione   di  Patrick  Marcucci,   gli interventi  del  Sindaco di Brindisi  Riccardo Rossi, dell’ Arcivescovo  mons.  Domenico Caliandro,   del dott.  Marco  Buscicchio ( Direttore  Generale  BPP),  di chi, quotidianamente, lotta contro  la criminalità, le mafie, l’ illegalità, come  il  Procuratore  Capo  di Brindisi   Antonio  De  Donno, il  Questore   Ferdinando  Rossi  e la dott. ssa  Maria Francesca  Mariano   (   Giudice  Penale  Corte  d’ Assise di  Lecce),   che ha dato il proprio contributo alla realizzazione  del reading   teatrale  

 E   poi, naturalmente, la rappresentazione teatrale,  diretta  dal regista  Marco   Romano , con gli  attori   della compagnia   Temenos – Recinti   Teatrali  .

In sintesi , ma con tanta concretezza  e incisività ( perché, evidentemente, una sola serata non basterebbe per raccontate e far conoscere ulteriormente la figura umana  e professionale  di  un grande uomo e simbolo della legalità), “  Il  Giudice  Livatino”, chiamato, tra l’ altro,   “ il  giudice ragazzino”, termine, definizione che in questi anni ha anche suscitato enormi discussioni .

Ma a noi piace, soprattutto, parlare di un uomo per bene, che, meglio di tanti altri, ha saputo coniugare dentro di sé LEGALITA’   e FEDE,  “ l’ insegnamento eterno” che le comunità  virtuose porteranno  sempre avanti .


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.