Continuano le iniziative culturali della Fondazione Tonino Di Giulio per la comunità .

Nei  giorni scorsi, presso  il Museo Ribezzo  di Brindisi,  l’ iniziativa  “  l’ esilio  di Dante  Alighieri  e  il progetto  della Commedia   “.

Ci  sono belle realtà, associazioni, movimenti, che, parallelamente ad esempio alle lotte per la legalità e un ambiente più sano, vogliono consolidare ( attraverso  iniziative  e progettualità ) la cultura,  anzi….. i messaggi che la cultura intende trasmettere. Come la   Fondazione  Tonino  Di  Giulio  che nei giorni, presso  il Museo Ribezzo  di  Brindisi, ha organizzato  l’ iniziativa  “ L’ esilio di Dante  e il progetto della Commedia”, una serata  dedicata quindi  alla figura  letteraria umana  di  un  “ grande personaggio eterno”, che va ulteriormente  “ esplorata”, approfondita,  conosciuta .

Una  conversazione con Ettore Catalano, professore  onorario   Università  del Salento,  uno  che  “ mastica di Dante   Alighieri “,  ed è sempre un piacere ascoltarlo….    E vista  l’ importanza dell’ argomento , non poteva mancare   la puntuale e interessata  partecipazione di   pubblico, con i saluti istituzionali  del  Sindaco  di  Brindisi   Riccardo  Rossi  e l’ intervento  del prof. Giacomo   Carito, Presidente    Società  Storia  Patria  Puglia .

Naturalmente,  la presenza  e moderazione  della  Presidentessa   della Fondazione   DI Giulio Raffaella  Argentieri, da sempre attenta  al valore della cultura, a trasmetterla ( attraverso l’ impegno della Fondazione) alla comunità ,  in  un certo senso    a quel rapporto  tra la “ salvaguardia della memoria, della storia” e il presente  che, in sostanza, è emerso nel corso dell’ iniziativa.  Un’ iniziativa,  conviene ribadirlo , caratterizzata  dalla grande sinergia e collaborazione   con il Comune di Brindisi ,  il Polo Bibliomuseale,  la   Società     di Storia   Patria   per la Puglia  – sez. di Brindisi  .

Riccardo   Rossi ha   tra l’ altro spiegato  come   Poste Italiane  sia arrivata   a chiedere    alla città  di Brindisi   l’ annullo  filatelico   in occasione   dei 700  anni  dalla  scomparsa  di  Dante.   Riconoscimento importante   per la città  e il territorio, Brindisi  del resto ricordata dal “ sommo Poeta”   nel  terzo Canto del Purgatorio.

E  coinvolgente, incisivo, l’ intervento – relazione del prof.  Ettore Catalano, nel far conoscere meglio  ( evidentemente, non è mai abbastanza..) la figura di un personaggio  “ eterno”, sicuramente complesso ( anche  nelle sue scelte   e comportamenti), che ha lasciato  un’ enorme e significativa impronta sulla storia  poetica   letteraria .  Una  conversazione    “ suggestiva”,   ricca di spunti e motivazioni storiche, poetiche, biografiche, anche religiose, legate   all’ esilio  di Dante,  con il  capolavoro  della Commedia .

Grazie    alla Fondazione  Tonino Di Giulio ( ma  anche alla Società  di Storia   Patria   per la Puglia, e alle altre realtà coinvolte)  )   per l’ alto  contenuto culturale (  e non solo) dell’ iniziativa, che sarà sicuramente  evidenziato  nelle altre iniziative già messe   in campo


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.