Sabato 25 settembre si è svolta a Brindisi l’iniziativa nazionale di Legambiente “Puliamo il Mondo”.

Il luogo prescelto è stato il Parco Buscicchio e l’organizzazione è stata condivisa, come ogni anno, con l’amministrazione comunale di Brindisi e grazie al contributo determinante della cooperativa Legami di Comunità, che gestisce attività nel parco e dell’Istituto Scolastico Comprensivo Sant’Elia – Commenda, della Croce Rossa e di Ecotecnica.

Erano presenti l’assessore comunale con delega per i parchi Oreste Pinto, Don Mimmo Roma in rappresentanza dell’Arcivescovo Domenico Caliandro e durante lo svolgimento dell’iniziativa sono giunti anche il presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani, il presidente regionale Ruggero Ronzulli e la direttrice regionale dell’associazione Daniela Salzedo.

Un folto gruppo di studenti di scuola elementare e di scuola media ha donato al parco disegni e lavori dedicati soprattutto alla raccolta differenziata ed ha partecipato alle attività di raccolta ed a quelle di educazione ambientale realizzate da Ecotecnica.

Puliamo il Mondo, come era stato preannunciato, è stato anche l’occasione per sostenere l’impegno dei giovani della cooperativa Legami di Comunità e per evidenziare problematiche e potenzialità di un parco che sempre più deve essere punto di aggregazione in un quartiere, Sant’ Elia, che ha bisogno di vedere incrementare le aree verdi, le strutture sportive presenti nel parco ed i servizi commerciali e non la densità abitativa legata a nuovi insediamenti edilizi.

Doretto Marinazzo

Presidente circolo “Tonino Di Giulio”, Legambiente Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.