BRINDISI.Cattivi odori.Rossi:Ho sentito Arpa Puglia che sta verificando le concentrazioni di pm10 e pm2.5

“In questi giorni moltissime sono state le segnalazioni di aria irrespirabile e odori acri, riferiti a materie plastiche bruciate, provenienti dai cittadini residenti in diversi quartieri della città.

Ho sentito Arpa Puglia che sta verificando le concentrazioni di pm10 e pm2.5 rilevate dalle varie centraline per fornire un dato quantitativo del fenomeno.

Arpa non segnala al momento problematiche rivenienti dal settore industriale ma un fenomeno, analogo a quello dello scorso anno, riveniente da combustione di sterpaglie, materie plastiche e rifiuti nelle campagne limitrofe alla città.

È di fondamentale importanza riuscire a comprendere dove avvengono e chi è responsabile di queste azioni delinquenziali

Per fare ciò Arpa chiede a tutti i cittadini di inviare segnalazioni indicando precisamente il luogo in cui si trovano all’indirizzo email info@arpa.puglia.it

Tutte queste segnalazioni consentiranno di mappare le zone di ricaduta degli inquinanti e, attraverso i proprio modelli, risalire al luogo di provenienza della combustione.

Una pratica che ha già riportato un risultato positivo a Monopoli dove, con questa modalità delle segnalazioni geolocalizzate, è stato rintracciato il responsabile del reato ambientale.

Continuiamo a monitorare il lavoro di Arpa e invitiamo tutti a segnalare al predetto indirizzo la percezione di odori anomali”, lo dichiara il sindaco Riccardo Rossi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.