Macchia (Cgl Brindisi):Troppi incidenti sul lavoro,: «Occorrono maggiore vigilanza ed investimenti in sicurezza e formazione»

Il grave incidente sul lavoro che si è verificato nel pomeriggio di ieri al Petrolchimico di Brindisi, con due operai finiti in prognosi riservata per le ferite riportate, è l’ennesima brutta notizia che ci auguravamo di non dover apprendere.

Quanto accaduto ieri allunga il triste «bollettino di guerra» che rappresenta una vera e propria emergenza sia sul piano nazionale che su quello locale. A rendere ancora più triste la notizia dell’ultimo grave incidente sul lavoro è il fatto che si è verificato mentre in prefettura si svolgeva  la Conferenza provinciale permanente – sezione II sviluppo economico e attività produttive -, per condividere e definire le linee d’azione volte a elevare gli standard di sicurezza sui luoghi di lavoro, partendo dall’analisi dei dati relativi alla incidentalità sui luoghi di lavoro. L’incontro era stato convocato a seguito del tragico incidente avvenuto la scorsa settimana a Mesagne in cui ha perso la vita il 41enne Benito Branca. 

Siamo vicini alla famiglia di Benito, così come alle famiglie dei due operai a cui va tutta la solidarietà della Camera del lavoro di Brindisi. Ma la solidarietà non basta. La Cgil di Brindisi è da sempre impegnata sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Non è nato a caso il nostro «Sportello per la salute e la sicurezza sul lavoro» a cui tutti possono fare riferimento per essere assistiti.

Attendiamo di conoscere l’esatta dinamica dei fatti per esprimere un giudizio sulla vicenda ma è ora di spezzare questo pericoloso stillicidio. La Cgil di Brindisi continuerà con ancora maggior vigore le battaglie a tutela dei lavoratori, della salute e della loro sicurezza, perché «si lavora per vivere e non per morire». Per questo continueremo a chiedere sempre più forte maggiore vigilanza, più investimenti e formazione del personale, per arrestare quanto prima questa emergenza.

 

Antonio Macchia

Segretario Generale

Cgil Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.