“Spid Days”: i giovani del Servizio Civile saranno impegnati lunedì 11 e martedì 12 ottobre presso l’Urp del Comune di Mesagne

 “Spid days”: l’iniziativa sarà promossa lunedì 11 e martedì 12 ottobre dalle ore 9,30 alle ore 12,30 contemporaneamente presso i Comuni di Mesagne, Ceglie Messapica, Erchie, Monteparano, Oria, Ostuni, San Marzano di San Giuseppe, Sava e Torre Santa Susanna. Si tratta degli Enti che hanno co-progettato e stanno realizzando in rete il programma di Servizio Civile Universale.

Presso il Comune di Mesagne gli interessati potranno recarsi al primo piano della sede municipale, ufficio Urp, e qui richiedere gratuitamente le credenziali SPID necessarie per accedere a numerosi servizi online della Pubblica Amministrazione. 

Come ha ricordato il sindaco Antonio Matarrelli, Mesagne è stato tra i primi Comuni in Italia e il primo in Puglia, insieme ad Ostuni, ad attivare il servizio già nel mese di maggio di quest’anno, consentendo a centinaia di persone di dotarsi di identità digitale con un semplice accesso da computer, tablet e smartphone.  “Si tratta di un’occasione utile per i giovani impegnati nel Servizio Civile, in particolare nel progetto “Cittadini digitali”, che potranno confrontarsi con esigenze concrete, acquisendo esperienze senz’altro utili per la loro formazione professionale”, ha commentato Vincenzo Sicilia, consigliere comunale alle Politiche Giovanili.

Si ricorda che a Mesagne lo Spid potrà essere richiesto dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30. Per info e prenotazioni chiamare i seguenti numeri: 0831.73227 e 0831.732248 (Urp). Al momento dell’attivazione dello Spid saranno richiesti la tessera sanitaria, un documento di riconoscimento valido e un numero di telefono cellulare.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.