Via Francigena, domani e lunedì a Fasano arrivano i pellegrini di tutta Europa

Da Savelletri a Torre Canne i viandanti saranno in cammino tra le bellezze del nostro territorio. Il sindaco Zaccaria: «Una straordinaria occasione di confronto e di accoglienza per tutta la città»

Da Savelletri a Torre Canne tra le bellezze paesaggistiche, culturali, gastronomiche del nostro territorio. Un assaggio del meglio di Fasano nel cammino che da Roma arriverà a Santa Maria Di Leuca. 

È la «Via Francigena. Road to Rome 2021», il grande evento che l’associazione europea delle Vie Francigene (AEVF) ha organizzato in occasione del 20mo anniversario della sua fondazione: un grande momento di festa, una lunga marcia a staffetta, da percorrere a piedi e in bicicletta, lungo i 3.200 km della Via Francigena.

Domani e lunedì i viandanti faranno tappa a Fasano, lungo la tratta costiera del territorio. Domani, domenica 10 ottobre, i pellegrini partiranno da Monopoli e intorno alle 11.30 arriveranno all’ingresso del territorio comunale dalla S.C. Egnazia e saranno accolti e accompagnati lungo la tratta dal gruppo podistico Polisport Fasano. L’accoglienza del pellegrino proseguirà per tutta la giornata e si concluderà a Pozzo Faceto in piazza del Santuario intorno alle 19.

In concomitanza, alle 13.30 circa, è prevista l’accoglienza della delegazione AEVF al Faro di Torre Canne dove il sindaco Francesco Zaccaria  darà il benvenuto agli ospiti. 

Nel pomeriggio, alle 17.30, la delegazione verrà accompagnata a masseria Fragnale per un incontro con la local community di «Take it slow», progetto strategico finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera (CBC) Interreg V-A Italy-Croatia, finalizzato alla gestione e promozione della regione Adriatica come destinazione turistica transfrontaliera verde, intelligente, sostenibile, accessibile e lenta.

Alle 19 la delegazione AEVF si unirà al gruppo dei pellegrini per una visita guidata al santuario di Pozzo Faceto. 

Sempre nella giornata di domenica il museo nazionale e parco archeologico di Egnazia, il museo della marineria e dei fari al faro Di Torre Canne e il santuario della Madonna del Pozzo a Pozzo Faceto garantiranno l’apertura. Inoltre tutti i pellegrini che vorranno apporre il timbro sul documento di viaggio potranno presentare il pieghevole al:

  • Museo Nazionale Di Egnazia – S.C. Egnazia
  • Parrocchia San Francesco – Savelletri
  • Faro – Torre Canne
  • Santuario Della Madonna Del Pozzo – Pozzo Faceto

La ripartenza dei viandanti è prevista nella giornata di lunedì 11 ottobre alle 8.30 dal Faro di Torre Canne: da qui i pellegrini proseguiranno il cammino verso Ostuni. 

«In questi mesi ci siamo preparati al meglio per accogliere il passaggio dei viandanti – dice il sindacco Zaccaria – in uno straordinario lavoro di squadra che ha unito istituzioni, associazioni e operatori del settore turistico e commerciale della nostra città. L’arrivo dei pellegrini è una grande opportunità di visibilità per il nostro patrimonio culturale, storico, turistico all’insegna di quello che è sempre stata e sempre sarà la visione della nostra amministrazione: la promozione di un turismo esperienziale che faccia vivere ai visitatori Fasano in tutta la sua bellezza. Ringrazio gli uffici comunali che hanno lavorato per l’organizzazione e tutte le associazioni per l’impegno e la collaborazione: Age, Rotary club Fasano, circolo culturale e sportivo Peppino Di Carlo, Polisport Fasano, C.r.e.s.t.a/light on the sea asd, U Panaridd, Calliope e Pro Loco». 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.