Azzarito (Onmic):Assenze di barelle al Pronto Soccorso Osp.di Brindisi e Policlinico di Bari.

          Al Presidente della Regione Puglia

  Dottor Michele EMILIANO

BARI

email: segreteria.presidente@regione.puglia.it

 Al Direttore Generale ASL

  Dott. Giuseppe PASQUALONE

BRINDISI

email: direzionegenerale@asl.brindisi.it

All’ Assessore Sanità Puglia

 Pier Luigi LO PALCO –  BARI                                  

 email: segreteria.assessoresalute@regione.puglia.it

    Al Direttore Sanitario del

 Policlinico di Bari – BARI

email: direzione.sanitaria@policlinico.ba.it

Al Direttore Sanitario 

Ospedale PERRINO

BRINDISI

email: dsperrino@asl.brindisi.it

 

 OGGETTO: Assenze di barelle al Pronto Soccorso dell’Ospedale Antonio Perrino e Policlinico di Bari.

                       Questa Associazione (O.N.M.I.C.) continua ad essere continuamente sollecitata a problematiche di associati e parenti degli stessi per segnalare episodi di una male sanità. E’ pur vero che bisogna fare un plauso all’organizzazione Sanitaria di Brindisi per l’allargamento del Pronto Soccorso già sollecitato da questa Associazione in tempi passati ma c’è da dire che c’è ancora molto da fare. 

                      Vi è il problema del parcheggio interno che è davvero un problema importante nonché la carenza di medici e infermieri, che rende il servizio territoriale ancor più importante nella sua funzione.

                     Ma ciò che ci rende davvero increduli e quando assistiamo ad una emergenza quale quella del 118 che recupera una paziente dalla propria abitazione a San Pancrazio Salentino (BR) e che prima di partire per l’ospedale contatta un responsabile (Dottor LEONE) per avere istruzioni su quale Ospedale portare la paziente se Francavilla o Brindisi, finalmente dopo mezz’ora circa che l’ambulanza era ferma con la Sig.ra con dolori, la scelta ricade su Brindisi in quanto si era liberata una barella per ricevere la paziente una volta arrivata, e dopo aver fatto 30 minuti circa di tragitto con dolori, veniva accettata, visitata e dimessa dal Pronto Soccorso  e rimandata a casa. 

              Purtroppo dopo qualche giorno si è ripresentato il problema ed i parenti hanno chiamato il Policlinico di Bari, dove aveva già subito un’intervento,  decidendo così di portarla con ambulanza, una volta arrivati al Pronto Soccorso purtroppo si è assistiti al medesimo  problema delle barelle e che quindi la paziente ha dovuto sostare 3 – 4  ore circa con la barella dell’ambulanza in quanto il Pronto Soccorso ne era sprovvisto. Assurdo, inoltre l’ambulanza veniva chiamata per altri soccorsi ma non poteva spostarsi in quanto la paziente occupata la propria barella.

               Probabilmente i Responsabili di Brindisi e Bari nonché l’Assessore alla Sanità erano e sono concentrati troppo ad altre problematiche che non si sono resi conto che la vita delle emergenze quotidiane è sempre presente ai vari Pronto Soccorso.

              Si chiede, pertanto, incontro con Assessore Lo Palco per disquisire su diverse problematiche che incombono sul nostro territorio scongiurando così una petizione popolare che i cittadini stanno sollecitando con urgenza.

               Certo di un Vostro intervento urgente si porgono cordiali saluti.

 

Brindisi, 10/10/2021

 

  IL VICE PRESIDENTE REGIONALE

 ONMIC

 ACHILLE AZZARITO

F.TO AZZARITO


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.