Francavilla Fontana (Br).Partito il primo stralcio di lavori per R4

Martedì 12 ottobre l’Amministrazione Comunale ha avviato il primo blocco di lavori per la mitigazione del rischio idraulico del quartiere Musicisti.

Con questo cantiere avviamo gli interventi che libereranno il quartiere Musicisti dagli allagamenti. Si tratta di lavori molto complessi – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – che ora potranno essere realizzati con maggiore velocità grazie al finanziamento da 3 milioni di euro che abbiamo recentemente ottenuto dal Ministero dell’Interno.

In questa fase i lavori si concentreranno sulle condutture di via Di Vagno e via Occhibianchi che presentano diverse ostruzioni che ostacolano il convogliamento delle acque piovane verso Canale Pendinelle.

Per superare il problema si provvederà alla pulizia e manutenzione dei canali, all’eliminazione degli allacciamenti di fogna nera che ostacolano il passaggio delle acque e alla realizzazione di una nuova condotta con un diametro superiore a quello esistente. Inoltre, saranno predisposti nuovi pozzetti con griglie di captazione che renderanno più agevole la manutenzione ordinaria.

Garantire un corretto deflusso delle acque rappresenta solo un aspetto del problema idraulico. Ci attende nei prossimi mesi – prosegue il Sindaco – un complesso lavoro di ingegneria che interesserà il quartiere nel suo complesso. Siamo molto vicini alla soluzione definitiva, ma bisogna avere ancora un po’ di pazienza. Per l’Amministrazione Comunale – conclude il Sindaco – intervenire su R4 è un dovere nei confronti dei residenti, prima che un obiettivo del nostro mandato politico.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.