BRINDISI.Vaccinazioni anti Covid, oggi al Perrino Prefetto e Questore insieme per lanciare un messaggio ai cittadini

Ieri mattina il prefetto di Brindisi Carolina Bellantoni e il questore Ferdinando Rossi hanno ricevuto la terza dose di vaccino anti Covid nel centro Primula dell’ospedale Perrino. Ad accoglierli il direttore generale della Asl, Giuseppe Pasqualone, e il direttore medico del Perrino, Antonio Trinchera.

Il prefetto Bellantoni ha sottolineato che “è fondamentale far sapere a tutti l’importanza di vaccinarsi in questo momento. Soprattutto per chi come noi lavora ed è a contatto con molte persone, ma anche in previsione delle feste, per stare con i propri cari in assoluta serenità”.

“Abbiamo ricevuto le prime due dosi in Questura – ha aggiunto Rossi – e oggi siamo qui al Perrino per la terza somministrazione. Come ha detto il nostro presidente della Repubblica vaccinarsi è un dovere civico e morale, e noi abbiamo risposto subito con la nostra testimonianza”.

“Questo – ha concluso Pasqualone – è un segnale importante che viene dalle massime autorità locali. Il mio invito è a vaccinarsi per il rispetto dei più giovani che stanno vivendo un momento difficile. La terza dose serve a non vanificare il grande lavoro svolto finora dai cittadini pugliesi”.

Nei centri vaccinali della Asl di Brindisi è partita oggi la somministrazione della terza dose per over 40 e personale scolastico con ampliamento dell’apertura dei centri vaccinali. Inoltre, dal 24 novembre sono in programma open day dedicati a varie categorie.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.