BRINDISI.Come i Media raccontano la violenza…… le parole sbagliate“ Tavola rotonda all’ Istituto Comprensivo Casale

Per  la  Giornata  Internazionale   contro  la  Violenza  sulle Donne  e di   genere,  organizzata  dall’ Istituto  Comprensivo  Casale di Brindisi   una  Tavola  Rotonda  dal titolo   “  Come  i Media  raccontano  la violenza  …… le  parole sbagliate   “.   Video   Interviste.

La   Giornata  Internazionale  contro la  Violenza  sulle  Donne e di genere , giovedì    scorso,  una  grande e significativa  occasione  per iniziative, manifestazioni, convegni, confronti, opere di sensibilizzazione,   sinergie  che  ora più che   mai, per   queste gravissime problematiche, devono essere  messe in campo  e consolidate . 

Sinergie, condivisione,  coscienza  e partecipazione, elementi  irrinunciabili  a cui  la città  di Brindisi  e  il territorio non si sono  sottratti, attraverso iniziative che hanno coinvolto   le istituzioni, il mondo del volontariato, l’ associazionismo,  il mondo della scuola.

Già, la  Scuola,  che per i ragazzi, gli studenti,  è sempre  più   un  “ centro – contenitore di  idee, progettualità, confronti e riflessioni, scambi di  opinioni ed esperienze”, a maggior  ragione  quando  si tratta di problematiche che interessano  direttamente le famiglie, la vita  quotidiana   dei nostri figli, le loro aspettative  e speranze, le loro paure, il futuro.  

In occasione di questa  giornata  ( come detto, vissuta intensamente dalla città di Brindisi  e il territorio), l’  Istituto   Comprensivo   Casale  di    Brindisi     ha  organizzato  una  Tavola  Rotonda  dal titolo  “  Come  i  Media  raccontano   la violenza …. Le parole   sbagliate”,   coinvolgendo  i  ragazzi   delle  classi  seconde  e terze   della  Scuola  Secondaria  di  primo  grado  “ Kennedy”, rappresentanti istituzionali, la cittadinanza,    associazioni  che  quotidianamente  lottano   per i diritti  delle donne ( e non solo),  voci autorevoli   del mondo giudiziario,  educativo, sociologico.

Gli   interventi   della  Dirigente  Scolastica  del  Comprensivo  Casale  Mariavittoria  Caprioli,  l’ Assessore   Comunale   all’ Istruzione   Isabella  Lettori,  Lia  Caprera  e   Anna  Chiara  Intini  dell’ Associazione  IO  DONNA,   la Presidentessa  della Commissione   Pari  Opportunità   del Comune di  Brindisi  Anna Maria   Calabrese , Carla   Torsello  del Centro Anti  Violenza Crisalide .

E  bastava  anche   vedere   la   grande partecipazione    degli alunni presenti (  attraverso  domande  e  risposte, in un significativo confronto e dialogo  con i loro interlocutori), per capire  ulteriormente  la valenza  e drammaticità  di problematiche non più accettabili,  che offendono il ruolo e la dignità della  donna, calpestano   i diritti umani  in nome di una becera violenza,  riguardano  ognuno di noi    e il futuro dei nostri figli.

Le   nostre    Video   Interviste   (  alla Dirigente  Scolastica   Mariavittoria Caprioli,  l’ Assessore  Isabella   Lettori,  Lia   Caprera   di  IO DONNA, dicono tutto  …….

FOTO    MARCELLO  ALTOMARE 

VIDEO  INTERVISTE  


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.