RFI, LINEA LECCE – BARI: NUOVI CAVALCAFERROVIA IN PROVINCIA DI BRINDISI, CHIUSI DUE PASSAGGI A LIVELLO

Niente più passaggi a livello sulla strada provinciale tra Carovigno e San Vito dei Normanni e su quella per Restinco, tra San Vito dei Normanni e la fermata di Brindisi Perrino.

Da oggi gli automobilisti potranno utilizzare i due nuovi collegamenti stradali realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). Entrambi i cavalcaferrovia sono lunghi 400 metri e hanno una carreggiata unica divisa in due corsie e delimitata sui lati da una banchina.

Le opere miglioreranno la sicurezza stradale e la regolarità della circolazione ferroviaria.

Presenti alla cerimonia di inaugurazione Riccardo Rossi, Sindaco di Brindisi e Presidente della Provincia di Brindisi e Giuseppe Macchia, responsabile Direzione Operativa Infrastrutture Territoriale di Rete Ferroviaria Italiana.

Sulla linea Taranto-Brindisi, RFI ha anche eliminato tre passaggi a livello privati tra Francavilla Fontana e Mesagne (BR), il cui uso esclusivo era concesso ai proprietari delle terre confinanti con la ferrovia, realizzando nuove viabilità sterrate e creando servitù di passaggio carraio e pedonale sui fondi di proprietà privata per un’accessibilità alternativa all’attraversamento ferroviario.

Gli interventi sono stati realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) con un investimento complessivo di oltre 8 milioni di euro.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.