Editoriale di Ferdinando Cocciolo. PER NON DIMENTICARE…… la notte tra il 7 e 8 dicembre 1977, l’ esplosione del Reparto P2T della Montedison di Brindisi

Sono passati tanti anni, ma è come se fosse ieri… un ricordo indelebile, tra l’ altro vissuto anche direttamente, e mai potrò dimenticare quelle fiamme, la puzza acre di bruciato, quell’ esplosione che ha rischiato davvero di far saltare in aria una città.

E niente fu come prima… la comunità ( soprattutto) acquisì la consapevolezza che, al di sopra di tutto, ci dovevano essere la sicurezza e la tutela ambientale,  anche degli spazi circostanti, delle nostre case, dei nostri patrimoni.  Una consapevolezza che , sino ai giorni nostri, si scontra , purtroppo, con gli affari, certe dinamiche legate ad interessi particolari e personali, con le sottovalutazioni sull’ importanza di ogni forma di tutela ambientale da parte di certe realtà e multinazionali, anche se passi in avanti ne sono stati fatti. 

MA NON  BASTA ANCORA…. troppo presente, in ognuno di noi, il ricordo di quella tragica notte tra il 7 e l’ 8 dicembre 1977, una paura che è sempre più diventata incubo, la voglia di essere rassicurati e tranquillizzati sempre, da parte delle istituzioni, chi deve vigilare e monitorare, le grandi realtà industriali che non possono permettersi di abbassare  la guardia.

QUEI MORTI non potranno mai essere dimenticati, cosi’ come chi , in tutti questi anni, è deceduto, con patologie tumorali riconosciute, a causa dell’ inquinamento procurato dalla zona industriale brindisina e non solo . Figli, fratelli, parenti, per cui le proprie famiglie, attraverso degli esposti a cui la magistratura non ha mai dato una concreta risposta, non si sono mai arresi.

 

NON ABBASSIAMO LA GUARDIA…. nel ricordo di chi, per il lavoro,  la salute  e la sicurezza, ha dato anche la vita…


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.