BRINDISI,Campagna vaccinale anti Covid, il report sulle dosi somministrate al 6 gennaio 2022

Secondo l’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl Brindisi, dal 27 dicembre 2020 al 6 gennaio 2022 sono state somministrate 787.760 dosi di vaccino, di cui 329.981 prime dosi, 302.558 seconde dosi e 155.221 terze dosi; mediamente, sono state somministrate 2.237,9 dosi per giornata di vaccinazione.

Il 68,2% (536.930) delle prime dosi è rappresentato da Pfizer, il 18,3% (144.455) da Moderna, il 10,9% (86.087) da AstraZeneca, l’1,5% (12.093) da Janssen (Johnson&Johnson) e lo 0,1% (8.195) da Pfizer pediatrico. Il dato delle prime dosi risulta così distribuito: il 52,4% a persone al di sotto dei 60 anni; il 25,4% agli anziani; il 12,5% ai soggetti fragili; il 4,1% al personale sanitario; il 2,6% al personale scolastico; l’1,3% alle forze dell’ordine; l’1,7% ad altre categorie. Questa la distribuzione delle seconde dosi: per il 53% ai soggetti al di sotto dei 60 anni; per il 27,3% agli anziani; per l’11% ai soggetti fragili; per il 4,3% al personale sanitario; per il 2,6% al personale scolastico; per l’1,1% alle forze dell’ordine; per lo 0,7% alle altre categorie. Questa, infine, la distribuzione delle terze dosi: il 36,2% agli anziani; il 36,7% a persone al di sotto dei 60 anni; il 14,7% ai soggetti fragili; il 5,5% al personale sanitario; l’1,9% al personale scolastico; l’1,4% alle forze dell’ordine; il 3,6% alle altre categorie. 

Fino al 6 gennaio i residenti o domiciliati in provincia di Brindisi vaccinati con la prima dose sono 314.758, di questi 293.180 con la seconda dose e 148.136 con la terza dose, con una copertura vaccinale pari rispettivamente al 90,7%, all’84,5% e al 42,7%.  La copertura vaccinale con la prima dose relativa ai residenti con più di 80 anni di età è pari al 97,7%, al 94,9% per il ciclo completo e al 75% per la terza dose. 

Sono 110.133 le dosi erogate finora dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, di cui 41.855 (38%) in ambito domiciliare. Il 18,3% (20.170) delle dosi è stato somministrato a soggetti over 80, il 26,1% (28.772) a soggetti della fascia di età 70-79 anni, il 25,5% (28.064) a soggetti con età tra 60 e 69 anni e il 30,1% (33.127) a soggetti sotto i 60 anni. I soggetti fragili rappresentano la categoria a rischio vaccinata prevalentemente dai medici di famiglia (66.581; 60,5%), seguita dai soggetti con età superiore a 60 anni (26.652; 24,2%), dai caregiver (2.223; 2%) e da altre categorie (14.667; 13,3%). 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.