Lecce, martedì 25 gennaio presentazione del nuovo Piano d’Ambito dell’Autorità Idrica Pugliese

Continuano gli incontri nelle provincie pugliesi per la presentazione del nuovo Piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia redatto ed elaborato dagli uffici dell’Autorità Idrica Pugliese.

Martedì 25 gennaio, alle ore 16.30 nella Sala consiliare di Palazzo dei Celestini a Lecce, il presidente dell’Autorità Idrica Pugliese, on.le Antonio Matarrelli, incontrerà i sindaci per illustrare progetti e strategie future.

All’incontro saranno presenti il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, il sindaco della città capoluogo e componente del Consiglio direttivo AIP Carlo Maria Salvemini, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Risorse Idriche e Tutela delle acque Raffaele PiemonteseFrancesco Crudele componente del CdA di AQP e Vito Colucci Direttore Generale AIP. Gli interventi saranno introdotti da Cosimo Ingrosso, Direttore Amministrativo AIP. I dirigenti e funzionari degli uffici tecnici dell’AIP illustreranno quanto previsto dal PdA relativamente al territorio della provincia di Lecce e saranno disponibili ad interloquire con sindaci e gli amministratori locali.

Il Piano d’Ambito dell’Autorità Idrica Pugliese rappresenta uno strumento fondamentale di pianificazione del Servizio Idrico Integrato a livello regionale e con un orizzonte temporale di lungo termine che arriva fino al 2045. Tale Piano, dopo una prima adozione da parte del Consiglio Direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese, sarà oggetto, quindi, di approvazione definitiva, tenuto conto delle osservazioni mosse dai vari soggetti competenti dopo che avrà scontato la procedura di VAS presso la Regione Puglia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.