Cgl Brindisi:Sciopero -La sede dell’ Ispettorato del lavoro di Brindisi resta chiusa. Po

La mobilitazione dei dipendenti dell’Ispettorato del lavoro, va avanti  da più di un mese ed è culminata con la giornata di sciopero proclamata per il 18 marzo da tutte  le OO.SS. per protestare contro l’esclusione del personale di INL e ANPAL dal DPCM di armonizzazione delle indennità di amministrazione. 

Incomprensibilmente il personale di INL e ANPAL, pur   avendo applicato il CCNL  del Ministero del Lavoro,  è  stato escluso dal provvedimento che armonizza  le indennità di amministrazione per tutti i dipendenti dei Ministeri e per effetto del quale non percepiranno  aumenti  contrattuali che vanno da 1500 a 2500 euro annui.

La sede dell’Ispettorato del Lavoro di Brindisi è rimasta chiusa nella giornata del 18 Marzo in quanto l’adesione dei dipendenti è stata totale.

Si attende, adesso, l’esito dell’incontro annunciato per il prossimo 30 marzo  tra i sindacati e  il Ministro del Lavoro Orlando.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.