CEGLIE MESSAPICA (Br).IN SCENA UNO STRAORDINARIO ESPERIMENTO TRA CIRCO E LETTERATURA CON EL GRITO E WU MING 2

CITTÀ DI CEGLIE MESSAPICA  Assessorato alla Cultura

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

ARMAMAXA – Residenza Teatrale di Ceglie Messapica

IN SCENA A CEGLIE MESSAPICA UNO STRAORDINARIO ESPERIMENTO  TRA CIRCO E LETTERATURA CON EL GRITO E WU MING 2

Venerdì 25 marzo, alle ore 20.30, per la stagione di prosa del Teatro Comunale di Ceglie Messapica, andrà in scena “L’uomo calamita”, uno straordinario esperimento di co-creazione tra dramma circense e romanzo storico

Uno spettacolo da leggere e un libro da vedere: venerdì 25 marzo (h. 20.30), al Teatro Comunale di Ceglie Messapica, per la Stagione di Prosa organizzata da Comune, Teatro Pubblico Pugliese e Armamaxa Teatro, andrà in scena lo spettacolo “L’Uomo Calamita“, scritto e diretto da Giacomo Costantini con Circo El Grito, Wu Ming 2 e Cirro.

Circo El Grito e Wu Ming Foundation incrociano nuovamente i loro sentieri ne L’Uomo Calamita, straordinario spettacolo di circo contemporaneo, illusionismo, musica e letteratura. Un supereroe assurdo che combatte l’assurdità della guerra, tra funambolismi del corpo e della lingua, in uno spettacolo che fonde i gesti di un circense con le frasi di un racconto e le note di uno spartito. Tra spericolate acrobazie, colpi di batteria e magie surreali, la voce dal vivo di Wu Ming 2 guida lo spettatore in una vicenda tra storia e fantasia, quella di un circo clandestino durante la Seconda guerra mondiale.

Tutto parte l’11 settembre 1940 con una circolare telegrafica: il capo della polizia ordina che vengano controllati tutti i carrozzoni, i circhi e le carovane, affinché “vengano rastrellati e concentrati sotto rigorosa vigilanza”. L’Uomo Calamita e altri fenomeni da baraccone si ritrovano così senza tendone, senza lavoro e ricercati dalla polizia. Lena – una bimba di otto anni – si ritrova invece senza il suo supereroe preferito e senza lo spettacolo che attendeva dall’anno prima. Per sfuggire alla persecuzione, i circensi sono costretti a darsi alla macchia ma, con l’aiuto di Lena, useranno i propri poteri, l’astuzia e il magnetismo per combattere il nazi-fascismo.

Il testo e il libro originale sono di Wu Ming 2, le musiche di Cirro, le luci di Domenico De Vita, i costumi di Beatrice Giannini. L’occhio esterno è di Fabiana Ruiz Diaz, Giorgio Rossi e Tonio de Nitto. 

 

Informazioni

Armamaxa / Teatro Comunale di Ceglie Messapica

Via San Rocco 1 – tel/whatsapp: +39 389 2656069

Biglietti a partire da 10 euro. 

I biglietti possono essere prenotati al n. 389/2656069 (anche via WhatsApp) e sono in vendita il giorno prima di ogni spettacolo dalle 18.00 alle 20.00 e il giorno dello spettacolo dalle 17.00 presso il Teatro Comunale di Ceglie Messapica. 

Il TPP è accreditato a 18app e Carta del Docente per consentire l’acquisto di abbonamenti e biglietti rispettivamente ai giovani 18enni e ai docenti titolari del bonus. 

La stagione teatrale 2022 continua il 1° aprile con “Fratelli…ma non troppo” con Fabrizio e Federico Sansoni, due fratelli nella vita e sul palco diversissimi tra loro, mentre il 10 aprile sarà la volta di Rita Pelusio, impegnata nell’anteprima del suo nuovo lavoro, con la regia di Enrico Messina, “La Felicità di Emma” per affrontare con il coraggio di una delle più originali voci del teatro comico italiano un tema importante come quello del fine-vita. 

Dal 28 al 30 aprile a chiudere la stagione il secondo appuntamento fuori abbonamento: “Sul palco. Piccola rassegna di teatro da camera” con attori e spettatori insieme sul palco del Teatro Comunale di Ceglie Messapica a condividere la straordinaria esperienza del palcoscenico. 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.