Francavilla Fontana (Br).Giovedì 6 aprile incontro della Comunità di Fiume

Giovedì 6 aprile alle 10.00 a Castello Imperiali è in programma l’assemblea della Comunità di Fiume per la valorizzazione, la salvaguardia e la rigenerazione del Canale Reale.

L’assemblea è aperta a tutti i soggetti che hanno sottoscritto il contratto di Fiume, uno strumento adottato per la prima volta nel Sud Italia, nato per rigenerare non solo gli ambienti naturali, ma anche l’economia e l’identità dei luoghi.

La strategia complessiva prevede interventi finalizzati alla messa in sicurezza idraulica, alla salvaguardia delle acque e dell’ecosistema fluviale, alla valorizzazione del mondo rurale, del patrimonio naturalistico e culturale.

Le aree rurali, secondo quanto previsto dal Contratto, si trasformeranno in parchi agricoli rinaturalizzati e sostenibili.

Il Reale stesso diventerà una vera infrastruttura verde, così come previsto dal PUG di Francavilla Fontana, offrendo agli utenti non solo natura, ma anche possibilità di svago collegando tra loro i percorsi dei comuni che attraversa.

Dopo la sottoscrizione del contratto avvenuta nel luglio scorso, la Comunità di Fiume si ritroverà a Francavilla Fontana per discutere le criticità presenti sui singoli territori ed esplorare possibili soluzioni tecniche.

All’iniziativa interverranno il Sindaco Antonello Denuzzo, l’Assessore all’Urbanistica Nicola Lonoce, Andrea Zotti e Claudia Campana della Regione Puglia e Loredana Ficarelli, Francesca Calace e Carlo Angelastro del Politecnico di Bari.

La cittadinanza potrà prendere parte ai lavori dell’assemblea di Fiume in presenza oppure in streaming al link meet.google.com/xcq-gakh-dgb.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.