Caso News: avvocato Molfetta vince anche in Cassazione E’ stata annullata la sentenza contro Alessio Vincitorio

Gli avvocati Silvio e Carmelo Molfetta hanno vinto. Con il loro ricorso in Cassazione ora Alessio Vincitorio, amministratore della News, è di fatto assolto da ogni accusa di reato. La Corte di Cassazione ha deciso di annullare senza rinvio la precedente sentenza di secondo grado che aveva inferto una condanna a 8 mesi. 

All’inizio dei fatti Alessio Vincitorio, iscritto all’Ordine dei giornalisti come fotoreporter, era diventato socio ed amministratore della News che risultava essere la più potente agenzia d’informazione in provincia di Brindisi. Vincitorio acquisisce il 50% delle quote societarie e dopo pochi mesi la continuità ultradecennale della società News nella fornitura dei servizi di call center e rassegna stampa al Comune di Brindisi diventa motivo di indagini della Procura per la particolare coincidenza del cambio alla guida dell’amministrazione comunale. L’inchiesta giudiziaria fu avviata nel 2013. L’iter processuale si è ora concluso a Roma con la decisione della Corte Suprema. 

“E’ stato l’affetto della mia famiglia  – dichiara Alessio Vincitorio nell’apprendere il contenuto di questa sentenza definitiva – a darmi la forza di superare questi lunghi 9 anni trascorsi, in ansia e sofferenza, con la finalità di dimostrare la mia concreta innocenza. Sono infinitamente grato agli avvocati Silvio e Carmelo Molfetta di Mesagne per l’umana comprensione dimostrata al mio caso e per professionalità e bravura espressi sia nei processi di primo e secondo grado e sia nel ricorso che ha messo in condizione la Corte di Cassazione di annullare la precedente sentenza e chiudere definitivamente questa mia triste vicenda”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.