PROGETTO SEA THERAPY, L’INCLUSIONE IN BARCA A VELA NEL MARE DI BRINDISI

Una veleggiata tra le placide acque brindisine sperimentando ancora una volta i benefici del mare, la «terapia del mare», la Sea Theraphy.

Si è concluso così, nella mattinata di giovedì 5 maggio, tra i sorrisi larghi all’approdo e le foto ricordo a terraferma, Sea Theraphy uno tra i progetti sportivo-sociali più interessanti del territorio capace di coinvolgere in modo diretto, per circa sei mesi, una quarantina di ospiti con difficoltà cognitive ed altre fragilità affidati ai Centri per la Salute Mentale delle province di Brindisi e Lecce seguiti dallo staff della Cooperativa sociale L’Adelfia di Alessano (Le).

L’iniziativa è stata vissuta in tutte le sue fasi tra le acque e nelle aree interne al Porticciolo turistico Marina di Brindisi ed è nata dall’intuizione della associazione velistica brindisina Viacolvento “Mirko Gallone” che ha voluto promuovere fra i propri soci un progetto capace di introdurre i più fragili all’arte della cultura marinaresca. Una sensibilità verso i più deboli che la presidente Elvira Bianco ha ereditato dal marito Mirko Gallone, generoso appassionato di vela prematuramente scomparso. 

Cuore del progetto la consapevolezza di quanto vivere il mare faccia bene alla salute: un mondo vasto, misterioso ed affascinante che diventa vera e propria terapia naturale per alcune condizioni fisiche e mentali. Vissuto a vela il mare diventa ambiente riabilitativo: dà l’opportunità di poter «cambiare setting», vivere nuovi ambienti e stimoli, potersi sperimentare all’interno di un gruppo e delle sue dinamiche e conoscere meglio il proprio corpo, equilibrio e autonomia. Prima di solcare le acque i partecipanti hanno potuto conoscere il mondo della vela e la storia locale, condurre in prima persona una imbarcazione fino alla veleggiata affiancati, oltre che dai loro educatori, da uno skipper, tre istruttori, tre allievi istruttori e quattro membri dello staff.

Il coordinamento ed il supporto del Comitato provinciale ACSI Brindisi, con la collaborazione del Comitato ACSI Lecce, hanno reso il progetto funzionale, concreto ed apprezzato da educatori, famiglie e ragazzi partecipanti tanto che alla “Gallone” si pensa già all’evoluzione prossima: una Scuola permanente per velisti speciali sempre in collaborazione con il Comitato ACSI Brindisi. Ne navigheremo delle belle.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.