BRINDISI.Lunedì evento studio partecipato per il Pums

Lunedì 30 maggio, dalle 16.30 alle 19, presso Palazzo Guerrieri si svolgerà una giornata di studio partecipato per il redigendo Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) al fine di proporre gli esiti dei dati e delle informazioni sinora acquisite relative al territorio, necessari per realizzare una progettualità di sviluppo sostenibile e di monitoraggio ambientale, cui seguirà una fase di ascolto su idee e proposte riguardante la mobilità sostenibile per la città.

Sono previsti tre tavoli tematici su: Sistemi tpl a guida vincolata, cerniera e stazione; Mobilità dolce, zone 30, sicurezza stradale; Sosta, logistica, porto e aeroporto. Sono stati invitati a partecipare enti, istituzioni e associazioni di ogni settore.

Dato l’interesse per la comunità del tema oggetto dell’incontro, si confida in una fattiva partecipazione e collaborazione anche della cittadinanza.

“Crediamo sia fondamentale l’apporto di ogni singolo cittadino – spiega l’assessore ai Trasporti Elena Tiziana Brigante – su un tema come la mobilità urbana che coinvolge l’intera comunità. E, dato l’interesse per l’intera comunità del tema oggetto dell’incontro, si confida in una fattiva partecipazione e collaborazione anche della cittadinanza”.

Per partecipare ai lavori è necessario prenotarsi scrivendo una email all’indirizzo: pumsbrindisi@comune.brindisi.it indicando le proprie generalità, contatti e il tavolo scelto entro e non oltre il 29 maggio.

La presentazione, con i relativi dati, sono già disponibili sul sito del Comune di Brindisi (comune.brindisi.it) al seguente link:

https://www.comune.brindisi.it/brindisi/po/mostra_news.php?id=1448&area=H


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.