“Io amo”, il cantautore di origini mesagnesi Franco Fasano si racconta domani in piazza Orsini

l cantautore Franco Fasano sarà a Mesagne domani, giovedì 4 agosto, in Piazza Orsini del Balzo alle 20.30, per presentare il libro dal titolo “Io amo”.

Nelle pagine edite da D’Idee, che portano il nome della canzone scritta per Fausto Leali, l’interprete di brani indimenticabili come “E quel giorno non mi perderai più”, “Vieni a stare qui”, “Da fratello a fratello”, si racconta. Nella pubblicazione a cura di Massimiliano Beneggi, con illustrazioni di Riccardo Mazzoli, il celebre autore si muove tra un ricordo e l’altro, rivelando racconti inediti e i dettagli più significativi degli incontri avuti con gli interpreti delle sue canzoni. La giornalista Carmen Novaldi condurrà l’incontro, tra musica e parole.

Il cantautore è autore di successi come “E mo e mo”, scritto per Peppino Di Capri; “Ti lascerò”, per Fausto Leali Anna Oxa, che valse al duo la vittoria del Festival di Sanremo 1989; “Regalami un sorriso” per Drupi; “Certe cose si fanno” per Mina.  Nel corso della sua carriera l’artista si è anche dedicato alla musica per bambini, per i più piccoli ha infatti firmato numerosi brani, tra questi i divertentissimi “Il Katalicammello”, “Wolfango Amedeo”, “Ma che mondo l’acquario”. Il cognome non tradisce, Franco Fasano ha origini mesagnesi: il fotografo d’arte e compositore di musica sacra, classica e folcloristica Ferdinando Fasano era il suo bisnonno paterno.

L’evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del cartellone “MesagnEstate 2022 – lo spettacolo dell’inclusione”, secondo tra gli appuntamenti della rassegna “Words, la cultura a parole. Personaggi che si raccontano”. L’iniziativa è gratuita, a ingresso libero.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.