BRINDISI.ATTREZZATURE BALNEARI SEQUESTRATE DONATE DALLA GUARDIA COSTIERA DI BRINDISI A DUE ENTI CARITATEVOLI

Nei giorni scorsi un consistente numero di attrezzature balneari, ombrelloni, lettini  e sdraio sono stati donati dalla Capitaneria di Porto di Brindisi a due Comunità che  si occupano della cura e rieducazione di minori ed anziani. 

I beni donati, provengono dalle attività di vigilanza sul demanio marittimo che ha  portato a vari sequestri eseguiti dai militari della Guardia Costiera nel corso  dell’estate del 2021, nei confronti di varie strutture Balneari che occupavano  abusivamente anche tratti di spiaggia pubblica lungo il litorale della provincia di  Brindisi. 

Le attività di controllo, espletate dai militari della Guardia Costiera in ambito  demaniale, avevano l’obiettivo di garantire la corretta fruizione delle spiagge libere  e del demanio marittimo ,al fine di scongiurare ogni forma di abusiva occupazione  in danno della collettività. 

Successivamente alla convalida dei sequestri delle suddette attrezzature balneari,  il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Brindisi, disponeva la  confisca delle attrezzature oggetto della abusiva occupazione, autorizzandone inoltre la donazione alla Comunità Educativa Residenziale “Sacro Cuore” e  all’A.S.P. “Terra di Brindisi”, enti che operano nell’ambito dei servizi sociali per  minori ed anziani nel comune di Fasano (BR). 

La donazione ha rappresentato un autentico esempio di solidarietà e vicinanza  delle pubbliche istituzioni nei confronti di minori, anziani e persone affette da disabilità. 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.