BRINDISI.LETTERA APERTA DAI PRECARI LICENZIATI DEGLI HUB VACCINALI

La nostra situazione è drammatica, siamo stati trattati dalla Sanitaservice di Brindisi in maniera immeritata!

Ci vogliono far perdere la nostra dignità. Noi lavoratori che abbiamo accettato di lavorare durante la pandemia, dove altri hanno rifiutato, negli Hub vaccinali, a tu per tu con il pericolo d’infezione da covid-19; abbiamo lavorato in tutta la provincia di Brindisi per il bene comune e superare questa grossa difficoltà!

Abbiamo affrontato i nostri concittadini, non pronti ad affrontare, come nessuno di noi d’altronde, una situazione così drastica, una pandemia inaspettata e ovviamente non voluta, lavorando oltre i nostri orari di lavoro, anche doppi turni – tra l’altro inizialmente neanche riconosciuti dalla nostra Società in House Sanitaservice Asl-Br – per raggiungere i numeri di lista giornaliera di persone prenotate per la vaccinazione e assicurare una copertura vaccinale a tutti.

Anche quella delle ore lavorate in più è stata una lotta, e ci fermiamo qui!

C’erano davvero tante persone, tante persone da accompagnare in un percorso di vaccinazione e sostegno morale, perché abbiamo anche dato quello, visto che le persone le accompagnavamo durante tutto il percorso vaccinale, dall’accoglienza all’uscita.

La Sanitaservice – Br ci ha ovviamente premiati con questa ingiustizia, lasciati a casa il giorno in cui dovevamo firmare la proroga di un mese, per poi decidere insieme alle nostre OO. SS. il nostro destino!

Non solo siamo stati ancora una volta discriminati, con dpi quasi assenti a tutti e tutti, dico tutti, ci siamo infettati! Ma questo lo sapevamo già quando abbiamo accettato di lavorare, nonostante i nostri sforzi per non infettarci e infettare, facendolo con coscienza e responsabilità per tutelate i nostri concittadini.

Ci rivolgiamo ai cittadini, se almeno voi avete apprezzato il nostro lavoro, unitevi alla nostra causa e fate sentire anche le vostre voci, perché questa è una discriminazione verso tutta la provincia di Brindisi non solo verso noi povere 63 famiglie e lavoratori instancabili di questa provincia.

Noi non siamo numeri, siamo persone e non lo è neppure l’utenza.

Sanitaservice Asl-Br noi non molliamo!

Lì Brindisi 04/09/2022 Firmato

45 ausiliari

18 amministrativi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.