URGIÀ Il nuovo videoclip Maggiore ft. Paola Petrosillo

È online il videoclip del cantautore Vincenzo Maggiore tratto dal suo ultimo album “Armatura e sentimento” riferito al brano “Urgià”, cantato con Paola Petrosillo.

Un omaggio delicato e poetico alla città di Brindisi, alla parte più vicina all’esperienza diretta dello stesso musicista. Le barche, il mare, il Castello Alfonsino sullo sfondo; storia di una realtà viva che può essere rivisitata o assaporata nella sua essenza originale grazie alla collaborazione con i Vogatori Remuri e Tango Levante.

“Urgià” è una parola del gergo dello storico quartiere delle Sciabiche di Brindisi. Indica diversi sentimenti come, ad esempio, incitamento collettivo, lo volontà di allontanare i cattivi pensieri. Il gruppo dei vogatori brindisini lo usa per scaricare la tensione, un grido forte e chiaro prima della partenza di una gara remiera.

Il videoclip girato dal regista Mimmo Greco (con il supporto di Francesco Iurlaro) si muove su diversi piani narrativi.

– Il tango in barca rappresenta la novità, una chiave di lettura alternativa che permette al canottaggio sulle lance di fondersi con la danza, il tango nello specifico. I concetti di cadenza ed eleganza accomunano temi apparentemente distanti; una forma d’Arte contemporanea in linea con esperimenti e mash-up che contraddistinguono la modernità. Il tango inteso come “pensiero triste che si balla”, ma anche come affinità e empatia, si sposa perfettamente con il tramonto.

– Il maestro d’ascia Franco Romanelli (presidente dei Vogatori Remuri) è il cuore pulsante di una tradizione che non si spegne, anzi, riaffiora grazie all’opera che lui stesso compie. Le riprese sono incentrate su un’uscita solitaria in mare, all’alba, come fosse un pescatore di quella Brindisi che mette al centro dei suoi racconti. Poi, ad un certo punto, la vela che si apre sul finale del brano. Anche questa prassi è una danza, frutto di movimenti e automatismi affinati nel tempo che lui conosce come pochi. L’alba è quella di una nuova era in cui, si spera, la tradizione tornerà al centro del discorso politico e comunitario.

– Infine, Vincenzo Maggiore e Paola Petrosillo, narratori in riva al mare, innamorati della propria città attanagliata da contraddizioni ma sempre di una bellezza straordinaria.

“Urgià” è uno dei brani che compongono “Armatura e sentimento”, terzo album del cantautore pugliese Vincenzo Maggiore, promosso da Yeahjasi Brindisi Spazio Musica, patrocinato da Puglia Sounds, disponibile su tutti i principali store di musica online e in copia fisica. La nuova fatica discografica arriva a tre anni di distanza dal precedente album “Da che mondo è mondo..”. È una raccolta di 11 tracce che riportano in primo piano l’immaginario del cantautore fatto di persone, di storie, di emozioni, dell’entusiasmo nel collaborare con altri artisti. Concepito durante il primo stop pandemico, “Armatura e sentimento” risponde all’esigenza di rompere il silenzio di quei mesi del 2020 nella maniera più consona al musicista brindisino. 

Da un’idea di Vincenzo Maggiore e Simone Falco

Riprese drone a cura di Francesco Iurlaro

Riprese, montaggio e postproduzione a cura di Mimmo Greco

Con la preziosa collaborazione di: Tango Levante e Asd Vogatori Remuri Brindisi

e la partecipazione di: Paola Petrosillo, Ilaria Caravaglio, Michele Lobefaro, Franco Romanelli, Antonio Romanelli, Simone Falco, Mauro De Bellis, Mirko Miglietta

Testo, musica: Vincenzo Maggiore

Hanno suonato:

Vincenzo Maggiore: voce e chitarra acustica

Paola Petrosillo: voce

Giancarlo Pagliara: fisarmonica 

Alessandro Trinchera: tastiera e synth

Valerio Daniele: chitarre elettriche

Lorenzo Lorenzoni: trombone

 

Riprese audio: laboratorio audio del Cag – Brindisi per i Giovani

Sound design, mix: Chora Studi Musicali

Master: OM Studio 

 

Biografia Maggiore

Maggiore si è esibito in apertura a concerti tenuti da Daniele Silvestri, Max Gazzè, Samuele Bersani, Nomadi, Modena City Ramblers, Simona Molinari, Zibba, Modena City Ramblers. 

Ha condiviso il palco con Mario Venuti (Yeahjasì BPF 2016) e Lighea (tour 2010 e 2011 in giro per le piazze del centro e sud Italia).

Durante gli ultimi anni, è stato protagonista di festival e di concorsi in tutta la penisola: MEI – Meeting degli indipendenti 2017, Vulcanica live Festival 2017, Taranto Rock festival 2017, MED (ed. 2017 e 2015), Primo Maggio a Matera (2017), Yeahjasì Brindisi Pop Fest (ed. 2015 e 2013), Ugo Calise Festival 2016, Premio Civilia alla canzone d’autore 2016, Premio “Bertoli” 2016.

Ha all’attivo 3 album di inediti. A febbraio 2022 ha pubblicato “Armatura e sentimento”, terzo lavoro in studio (realizzato con il supporto di Yeahjasi Brindisi e con il patrocinio di Puglia Sounds) a cui il critico musicale Red Ronnie ha dato spazio nel suo programma “We have a dream”.

 Collabora con artisti e musicisti noti del panorama regionale e non solo (Camillo Pace, Fabio Rogoli, Valerio Daniele, Luigi e Francesco Bellanova, Umberto Coviello, Andrea Miccoli, Alessandro Muscillo, Carlo Madaghiele, Alice Clarini, Paola Petrosillo, Stefano Scuro, il rapper statunitense Ben Barbic).


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.