BRINDISI.Comunità energetica al quartiere Sant’Elia: primi risultati e campagna informativa del progetto Co-Clean

È stato inaugurato oggi, 7 novembre 2022, l’impianto fotovoltaico presso la scuola primaria dell’Istituto comprensivo Sant’Elia-Commenda di via Mantegna, realizzato nell’ambito del progetto Co-Clean, finanziato dal Programma Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro 2014/2020, di cui il Comune di Brindisi è ente capofila.

Tale intervento è nato con l’obiettivo di fornire energia rinnovabile alla scuola, per coprire i propri consumi, ma anche alle famiglie del quartiere che aderiranno alla comunità energetica, riducendo così i costi e apportando benefici economici, sociali e ambientali all’intera comunità.

A seguire presso la Casa di Quartiere – Parco Buscicchio di via Mantegna si è svolto l’evento di disseminazione dei risultati e la campagna informativa insieme agli abitanti del quartiere sul tema delle comunità energetiche rinnovabili, in collaborazione con ènostra (Fornitore cooperativo nazionale di energia elettrica rinnovabile, sostenibile ed etica), per conoscere i benefici di chi aderisce alla comunità energetica rinnovabile (CER).

Sono intervenuti il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, Sara Gollessi e Chiara Brogi di ènostra.

I cittadini, inoltre, verranno sensibilizzati non solo sull’uso razionale dell’energia ma anche sui benefici derivanti dall’autoconsumo in tempo reale dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico. 

Gli appuntamenti del progetto Co-Clean proseguiranno nella giornata di domani, martedì 8 novembre, presso la Casa di Quartiere – Parco Buscicchio dove sarà nuovamente attivo lo Sportello Informativo sulle Comunità Energetiche Rinnovabili che accoglierà, dalle ore 9:00 alle ore 12:00, gli abitanti del quartiere per discutere con loro dei benefici e le opportunità che l’adesione alla CER porterebbe. 

Il progetto CO-CLEAN “Co-designed and implementation of local sustainable energy action”, beneficiario di un finanziamento di circa 693.000,00 euro, vede tra i partner del Comune di Brindisi (soggetto capofila), il Comune di Racale, il COSIB – Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Valle del Biferno (Molise), il Comune di Valona (Albania), ed il Comune di Berane (Montenegro).

Le attività del progetto mirano a migliorare l’efficienza energetica e l’utilizzo delle energie rinnovabili nei territori coinvolti, con particolare riferimento ad edifici pubblici, attraverso la realizzazione di azioni innovative, formazione e attività di sensibilizzazione. Coerentemente con l’Accordo di Parigi e con il Green Deal europeo, il progetto mira a generare un cambiamento positivo nei comportamenti dei cittadini e degli stakeholder con riferimento all’uso sostenibile delle risorse energetiche, alla riduzione delle emissioni di CO2 e all’arresto del cambiamento climatico. Inoltre, esso incoraggerà l’utilizzo di tecnologie di efficienza energetica nel settore pubblico, influenzando e formando i dipendenti pubblici e affinando le loro competenze in materia di risparmio energetico. 

Il progetto ridurrà anche le disparità nel know-how tra i territori coinvolti e creerà una rete permanente per favorire lo scambio costante di buone pratiche, dati e informazioni per contrastare il riscaldamento globale.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.