BRINDISI.“La Via Appia”: Il Nuovo Tour sulla Regina Viarum

Un Tour Guidato dedicato alla antica Via Appia Romana, rivolta non solo ai numerosi turisti che giungono  nel capoluogo ma anche ai cittadini che vogliono conoscere meglio la storia e le radici della propria città. 

 

Luogo: Brindisi  

Tipologia di Attivita: Tour Guidato 

Disponibilità: Tour Prenotabile su richiesta, disponibile tutto l’anno 

Categoria: Patrimoni UNESCO, Turismo, Cultura, Storia. 

Organizzatori: Il Tour Operator: Brindisiexperience.com, insieme alle associazioni culturali: Gruppo Archeo  Brindisi e Centro Guide Brindisi 

Dopo l’avvio dell’iter di candidatura alla Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO della Via Appia Antica che collegava direttamente Roma a Brindisi, gli organizzatori brindisini hanno strutturato un Tour Guidato dedicato, con l’intento di divulgare tutte le informazioni storiche riguardo l’importante ruolo che ha avuto Brindisi come ultima tappa della “Via Appia, Regina Viarium”. 

La visita guidata intende riscoprire la Regina Viarum attraverso un itinerario che si snoderà nel tratto  urbano nel quale i visitatori potranno scoprire, anche tramite contenuti multimediali, i luoghi, la genesi, la  storia e gli aneddoti della più famosa strada romana e dell’importante porto di Brundisium. 

Il percorso articolato tra monumenti, reperti e rimanenze, permette di ricostruire il passato glorioso di  Brundisium, in uno dei suoi momenti di massima fioritura e di massimo splendore architettonico e  culturale. La visita guidata indagherà la storia e le curiosità della Brindisi romana nascosta fra le strade del  centro storico. 

Info e Prenotazioni: 

la visita guidata sarà prenotabile a partire dal 10/11/2022 su: 

Sito web: www.brindisiexperience.com 

whatsapp al numero +39 389935991 

e-Mail: info@brindisiexperience.com 

Approfondimenti dall’ufficio stampa del MiC: 

“La via Appia è un itinerario da valorizzare e da porre al centro del turismo lento per rafforzare l’offerta di  nuovi attrattori come i cammini e i percorsi sostenibili, fondamentali per lo sviluppo in chiave culturale  delle aree interne, ma anche per la tutela del nostro patrimonio. La Regina Viarum unisce territori ricchi di  uno straordinario patrimonio culturale, archeologico e paesaggistico e ha le caratteristiche per divenire uno  dei più grandi cammini europei”.

Con queste parole il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha presentato l’avvio dell’iter di candidatura  alla Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO della Via Appia Antica, nel percorso integrale da Roma a  Brindisi e comprensivo della variante traianea. 

Si tratta della prima candidatura promossa direttamente dal Ministero e che vede il coinvolgimento di 74  comuni, 15 parchi, 12 città, 4 regioni, 25 università. 

Per la “Via Appia. Regina Viarum”, già presente nella Lista propositiva italiana dal giugno 2006, l’obiettivo è  quello di proporne l’iscrizione come “sito seriale”, tipologia prevista dall’Unesco nelle Linee guida operative  della Convenzione per la protezione del Patrimonio culturale e naturale del 1972. 

Come noto, l’antico asse viario, il primo concepito come “via publica”, fu il prototipo dell’interno sistema  viario romano e ancora oggi, con i suoi 120.000 km di lunghezza, costituisce il fulcro dell’articolata viabilità  del bacino del Mediterraneo. Lungo l’inrtero tracciato della Via Appia Antica si trovano molteplici  testimonianze infrastrutturali, archeologiche, architettoniche, funerarie e civili che rappresentano un  patrimonio culturale di eccezionale importanza al quale il Ministero della Cultura sta dedicando importanti  investimenti per interventi di restauro e valorizzazione. 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.