ARRESTO MATTEO MESSINA DENARO. UNARMA: “SI FACCIA CHIAREZZA SUL COINVOLGIMENTO DEI MILITARI CITATI DA BAIARDO”

“La corruzione tra i militari non deve infangare le Forze armate, nella sua totalità e integrità. Ieri a ‘Non è l’arena’ Salvatore Baiardo ha riferito, tra le tante cose citate sull’arresto di Matteo Messina Denaro, che il latitante avesse da tempo protezioni e come, nel 1993, Baiardo fosse stato informato in anteprima dell’arresto del capo mafia Salvatore Riina, da un uomo della Forze Armate, un fatto gravissimo. Se così fosse, come sindacato dell’Arma dei Carabinieri chiediamo sia fatta quanto prima un’indagine interna da parte della Procura di Palermo che permetta agli uomini e donne rispettabili delle Forze armate di potersi affrancare da chi lede l’immagine della nostra istituzione, che tiene
sempre in alto i valori di giustizia e legalità”, ha dichiarato Antonio Nicolosi, segretario generale di Unarma, associazione sindacale carabinieri.

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.