BRINDISI.Progetto Nazionale “Il carcere alla prova dei bambini e delle loro famiglie.

Applicazione della Carta dei diritti dei figli di genitori detenuti”

Sabato 16 dicembre, Movimenti Laboratorio Urbano in via Felice Carena (quartiere Sant’Elia di Brindisi) sarà  aperto alla comunità per una “staffetta” solidale di raccolta giochi da donare ai figli dei detenuti della Casa Circondariale di Brindisi.

L’iniziativa, promossa da Bambinisenzasbarre Onlus nell’ambito del progetto nazionale “Il carcere alla prova dei bambini e delle loro famiglie – Applicazione della Carta dei diritti dei figli di genitori detenuti”, è coordinata da ERIDANO Cooperativa Sociale, implement partner per il territorio di Brindisi e cogestore dello “Spazio Giallo”, un luogo dedicato ai bambini all’interno dello stesso carcere nel quale vengono accolti da operatori qualificati prima dell’incontro con il genitore detenuto intercettandone i bisogni o il disagio del distacco.

L’idea dello Spazio Giallo nasce nel 2007 dall’esperienza di Bambinisenzasbarre nel carcere di San Vittore; oggi fa parte di un Sistema di Accoglienza che è diventato modello e si è esteso su tutto il territorio nazionale diventando punto di riferimento per la cura delle relazioni familiari in detenzione con al centro i diritti del bambino.

La struttura brindisina Movimenti Laboratorio Urbano resterà aperta dalle ore 12:30 alle ore 17:30 di sabato 16 dicembre; nell’arco della giornata sono previsti laboratori creativi e musicali a tema natalizio.

Ai partecipanti verrà offerta una merenda preparata dalla Banda dell’Ortica, progetto della Cooperativa Eridano di inserimento lavorativo di persone con disabilità e provenienti da percorsi di esecuzione penale. 

La comunità brindisina è quindi invitata a raggiungere il laboratorio urbano Movimenti per portare giochi, nuovi o in ottimo stato di conservazione, o semplicemente per condividere delle idee per regalare ai bambini un Natale diverso, sereno e, per quanto possibile, felice.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: