FasanoIn EvidenzaItaliaPolitica

Contributo Affitti: Il governo Meloni elimina i fondi, l’Amministrazione comunale interviene

">

Zaccaria: «A breve sarà pubblicato il bando interamente finanziato da fondi comunali»

Il Comune di Fasano si è attivato per garantire ai cittadini più vulnerabili il diritto alla casa, a seguito dell’eliminazione degli stanziamenti per i contributi agli affitti su base ISEE da parte del governo Meloni.

Nella riunione della Giunta municipale tenutasi ieri, giovedì 4 luglio, è stata deliberata l’allocazione di 170.000 euro per finanziare un avviso anche per il 2024 (relativo all’annualità 2022), a sostegno delle famiglie in difficoltà. Questo importante sostegno sarà finanziato interamente dal Comune, dimostrando la ferma convinzione dell’Amministrazione di sostenere soprattutto chi si trova in condizioni di disagio e nel dovere di redistribuire la ricchezza a vantaggio di tutti.

«Abbiamo deciso di sostituirci al Governo – dice il sindaco Francesco Zaccaria – che ha incomprensibilmente tagliato i fondi per uno dei diritti più importanti per ogni essere umano: la casa. Ci è sembrato profondamente ingiusto e per questo abbiamo deciso di finanziare con fondi comunali il bando per i contributi sull’affitto da erogare su base ISEE. Desidero ringraziare i consiglieri e gli assessori che hanno condiviso questa decisione – continua il Sindaco -, così come l’assessore Cinzia Caroli per il suo impegno e la struttura dei Servizi sociali comunali guidata dalla dottoressa Marisa Ruggiero, che si occuperà presto di pubblicare il bando e rendere operativo questo provvedimento.  Il Comune di Fasano continuerà a lavorare per garantire il diritto alla casa a tutti i cittadini che ne hanno bisogno, dimostrando una volta di più la sua ferma volontà di tutelare i più deboli della società»».

«È doveroso per un’Amministrazione che voglia mettere al centro gli interessi delle persone più fragili, intervenire concretamente a sostegno dei cittadini – dice l’assessore ai Servizi Sociali Cinzia Caroli -. Questi fondi gravemente e inspiegabilmente tagliati dal Governo centrale, hanno gettato nello sconforto tutti i comuni, si è dovuto correre ai ripari velocemente con variazione di bilancio e risparmiando su altri capitoli al fine di recuperare le risorse necessarie. La speranza è che da Roma possa essere rivista questa decisione che ha ripercussioni molto pesanti proprio sulle fasce di popolazione che al contrario dovrebbero essere maggiormente tutelate».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: