BrindisiFocusItalia

BRINDISI.Lettera aperta a Sindaco e consiglieri x grave situazione BMS

">

Mi rivolgo a voi con urgenza e preoccupazione riguardo alla crisi che affligge la BMS, una situazione che richiede un intervento immediato e risolutivo. I 143 lavoratori di questa azienda e le loro famiglie stanno vivendo un momento di grande incertezza e difficoltà. Non possiamo permetterci di lasciare queste persone senza una risposta chiara e senza il supporto necessario per superare questa crisi.
 
La BMS è una realtà importante per la nostra comunità, non solo per il numero di posti di lavoro che offre, ma anche per il suo contributo all’economia locale. La chiusura o il ridimensionamento di questa azienda avrebbe ripercussioni devastanti su molte famiglie e sull’intero tessuto sociale ed economico della nostra città. È quindi essenziale che si trovino soluzioni concrete e praticabili per garantire la continuità lavorativa e il sostegno economico a questi lavoratori.
 
Chiedo quindi a voi, Sindaco e Consiglieri, di prendere in mano questa situazione con la massima definizione e compiere le dovute determinazione politiche e amministrative. È fondamentale avviare un tavolo di confronto urgente tra tutte le parti coinvolte, inclusi i rappresentanti sindacali, la dirigenza aziendale e le istituzioni locali, per accellerare sulla definizione del piano industriale e della sua esecuzione e attuare le possibili strategie di intervento. Solo attraverso una collaborazione stretta e un dialogo costruttivo potremo trovare una via d’uscita da questa crisi e assicurare un futuro più sereno per i lavoratori della BMS e le loro famiglie.
 
 
Davide Sciurti
Segretario Filcom Fismic


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: