BrindisiIn EvidenzaItaliaPolitica

PD Brindisi:Azzeramento Giunta Marchionna: “una vergogna, la nostra città merita di più”

">

L’azzeramento della giunta comunale, ad un anno dall’insediamento dell’Amministrazione Marchionna, rappresenta l’ennesima farsa della compagine del centrodestra cittadino.

Una mossa che arriva dopo un indegno tira e molla di oltre tre settimane che ha fatto perdere tempo prezioso ed ha dimostrato la totale inadeguatezza dell’attuale amministrazione nel fronteggiare le molteplici problematiche della nostra città.

L’instabilità, che si è dimostrata una costante sin dalle prime battute di questa amministrazione cittadina, aggravata da questa decisione avrà come principali vittime i dipendenti della Brindisi Multiservizi che da mesi aspettano un piano industriale per il proprio futuro, le vertenze occupazionali del comparto produttivo che non avranno un autorevole rappresentante istituzionale capace di sostenere le loro istanze, i cittadini di Brindisi che continueranno a non avere alcuna attenzione a partire dalla mancata programmazione dell’estate brindisina, con conseguenze disastrose per l’economia locale che si basa anche sul turismo e sugli eventi culturali e ricreativi.

In questo contesto di emergenze non affrontate e di problemi irrisolti appare chiaro che le priorità dell’amministrazione Marchionna siano rivolte solo alla spartizione delle poltrone piuttosto che al bene della cittadinanza.

È davvero deprimente e vergognoso assistere ad una tale mancanza di visione e di capacità amministrativa. 

Brindisi merita un’amministrazione comunale che lavori con impegno, trasparenza e competenza per il bene comune, affrontando con serietà le sfide che abbiamo davanti.

 

Partito Democratico di Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: