Giovedì 22 gennaio Mario Tronco ospite ai Microfoni di Idea Radio

Giovedì 22 gennaio nel corso della trasmissione “Live” condotta da Jossie Donatiello e in onda dalle 17.00 alle 19.00 sarà ospite l’artista Mario Tronco. Tronco racconterà la straordinaria esperienza dell’Orchestra di Piazza Vittorio dove diciotto musicisti che provengono da dieci paesi e parlano nove lingue diverse insieme, trasformano le loro variegate radici e culture in una lingua singola, la musica.


Dal salvataggio dello storico Cinema Apollo di Roma che rischiava di diventare una sala bingo, si sviluppa l’idea di creare un’Orchestra. Ideata e creata da Mario Tronco e Agostino Ferrente, l’Orchestra di Piazza Vittorio è nata nel 2002 all’interno dell’Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli Italiani sono una minoranza etnica. L’Orchestra di Piazza Vittorio rappresenta una realtà unica. È la prima ed unica orchestra nata con l’auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo ed ora di fatto nostri concittadini. Basta guardarli tutti insieme, sul palco, per comprendere quanto possano felicemente rappresentare un messaggio di fratellanza e di pace ben più efficace di proclami, comizi e dibattiti televisivi. Ma al di là del valore politico e sociale L’Orchestra promuove la ricerca e l’integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per  musicisti stranieri che vivono a Roma a volte in condizioni di emarginazione culturale e sociale.
L’Orchestra di Piazza Vittorio è anche un film, un diario che ne racconta la genesi attraverso la regia di Agostino Ferrente. Premiato in molti festival internazionali, ha conquistato la critica e scaldato i cuori del pubblico in tutto il mondo. I progetti continuano con la nuova produzione Il Giro del Mondo in 80 Minuti (prodotto dall’Orchestra di Piazza Vittorio); un nuovo album, L’Isola di Legno (pubblicato dalla Parco della Musica Records); concerti e Il Flauto magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio.
Houcine ATAA – Tunisia, voce – Fausto BOTTONI – Italia, trombone, euphonium – Emanuele BULTRINI – Italia, chitarre – Peppe D’ARGENZIO – Italia, sax baritono e soprano, clarinetti – Sanjay KANSA BANIK – India, tabla – Awalys Ernesto LOPEZ MATURELL – Cuba, batteria, congas – Omar LOPEZ VALLE – Cuba, tromba, flicorno – Zsuzsanna KRASZNAI – Ungheria, violoncello – Luca BAGAGLI – Italia, violino – Gaia ORSONI – Italia, viola – Carlos PAZ DUQUE – Ecuador, voce, flauti andini – Pino PECORELLI – Italia, contrabbasso, basso elettrico – Leandro PICCIONI – Italia, pianoforte – El Hadji Yeri SAMB – Senegal, voce, djembe, dumdum, sabar – Raul “El Cuervo” SCEBBA – Argentina, marimba, congas, percussioni, timpani – “Kaw” Dialy Mady SISSOKO – Senegal, voce, kora – Ziad TRABELSI – Tunisia, oud, voce – Mario TRONCO – Italia, Fender Rhodes
con  Sylvie Lewis – UK/USA, voce, chitarra.
L’intervista potrà essere seguita anche in streaming sul sito www.idearadionelmondo.it.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.